Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Morire di cioccolata

Come si fanno i tartufini di cioccolato

Tempo di lettura: 2 minuti

Il cioccolato sviluppa endorfine come lo sport, giusto? Sopprime il pessimo umore, vero? Quindi, se ne deduce che una qualsiasi giornata uggiosa sia perfetta per provare a fare i famigerati tartufini al cioccolato.

Potrebbe presentarsi anche l’occasione giusta per regalarli a qualcuno che sai li apprezzerà (per caso stai leggendo questa ricetta in prossimità di San Valentino?) oppure potresti sfruttare la ricetta per dare una nuova vita a troppa cioccolata avanzata (Pasqua?)

Perché i tartufini sono facili sul serio – una semplicissima ganache – niente a che vedere con altri tipi di lavorazione del cioccolato che potrebbero richiedere un termometro e una discreta conoscenza dei rudimenti base del temperaggio.

I cioccolatini più semplici del mondo

Portata Dessert
Cucina Francese, Italiana
Preparazione 30 minuti
Cottura 5 minuti
Raffreddamento 1 ora
Porzioni 8 persone

Attrezzatura

  • casseruola
  • Spatola
  • pirofila
  • ciotola

Ingredienti

  • 250 g cioccolato fondente 65% tritato
  • 180 g panna fresca
  • 15 g miele
  • 50 g burro freschissimo
  • q.b. cacao amaro per finire

Istruzioni

  • Trita il cioccolato fondente, della migliore qualità che trovi emettilo in una ciotola.
  • In un pentolino, porta a bollore la panna con il miele e poi versala sul cioccolato tritato, cominciando a mescolare.
  • Quando il cioccolato è sciolto per bene, aggiungi il burro tagliato a dadini e a temperatura ambiente. Mescola fino a quando vedrai che la ganache sarà lucida e liscia.
  • Versa la ganache in una piccola pirofila ricoperta di pellicola e lascia cristallizzare (per fare più in fretta, in assenza di un abbattitore, puoi metterla in frigorifero).
  • Aspetta fino a quando la ganache avrà la consistenza della plastilina, poi incidi una griglia regolare di quadratini.
  • Prendi un cubetto per volta e maneggiali in fretta per formare delle palline grandi come una nocciola. Man mano, fai rotolare i tartufini in una ciotola piena di cacao amaro.
  • Disponi i tartufini in una scatola ermetica e tienili in frigorifero.

Un perfetto ripieno per cioccolatini home made

La ganache che hai preparato è proprio quella che serve per il ripieno dei cioccolatini tradizionali: se hai imparato a temperare il cioccolato con il nostro metodo veloce, puoi tuffarvi i cubetti uno ad uno; se, invece, ti accontenti dei tartufini, tienili ben chiusi in frigorifero e prega che nessuno li trovi.

Come conservare i tartufini di cioccolato

Si mantengono freschi sicuramente per 20 giorni ma, se non li sigilli bene, cambieranno aroma perché la materia grassa assorbe facilmente gli odori estranei.

E se volessi cambiare gusto?

Per preparare tartufini al latte, bianchi o gianduia, dovrai modificare la quantità di panna perché, di base, sono cioccolati molto più grassi. Puoi aromatizzare la ganache con qualsiasi spezia secca, Se vuoi farti un’idea, potresti dare un’occhiata anche agli aromi che abbiamo proposto per la cioccolata calda. In alternativa, puoi lasciare in infusione nella panna calda degli ingredienti aromatizzanti, come scorze di agrumi, foglie di menta o tè (earl greys e gelsomino sono perfetti); l’importante è che, dopo aver filtrato la panna per eliminare le parti solide, tu abbia il peso necessario all’esecuzione della ricetta.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA