Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Dalla Festa del Lavandeto

Tortini alla lavanda di Assisi

Tempo di lettura: 2 minuti

Prima d’approdare a pieno titolo nella mia cucina, il profumo di lavanda mi ha sempre richiamato alla mente l’odore pulito dei cassetti della biancheria, quando alla fine dell’estate sono costellati di garzine imbottite di petali.

Se vuoi approfittare delle vacanze estive per vedere campi di lavanda a perdita d’occhio, puoi dirigerti nella Bassa Provenza – in quella regione chiamata il Paese Blu per le sue distese di lavanda in fiore – o rimanere in Italia e puntare verso la Toscana dove, ad esempio, potresti visitare il Lavandeto di Assisi, sempre aperto al pubblico ma che organizza una bellissima festa dedicata alla lavanda fino al primo fine settimana di luglio.

Da giugno a settembre, la lavanda viene raccolta delicatamente – a grappoli – per sfruttarne l’olio essenziale dalle molteplici proprietà officinali: calmante, blandamente sonnifero e antisettico.

Al Lavandeto di Assisi puoi ammirare la fioritura dei 3 ettari di campi di lavanda di oltre 60 varietà. Oltre ai campi di lavanda con i loro filari bianchi, rosa, blu e viola, puoi visitare  anche il giardino delle salvie, i laghetti con le ninfee e le piante acquatiche, acquistare le collezioni di piante del Lavandeto e soprattutto i prodotti artigianali alla lavanda.

La lavanda in cucina

Infatti, se nel Midi ho scoperto che la lavanda poteva aromatizzare il coniglio in casseruola, la marmellata di lamponi e diversi tipi di tè e tisane, con la lavanda italiana ho preparato dei tortini soffici, molto semplici, ma per i quali è necessaria una materia prima essenziale di petali essiccati e olio d’altissima qualità.

Non tutti gli oli essenziali estratti dalla lavanda sono commestibili; per cucinare, devi procurarti un olio essenziale puro al 100% che in etichetta riporti la dicitura per uso interno o certificato di grado alimentare.

Delicatamente blu

Portata Dessert
Cucina Italiana
Preparazione 20 minuti
Cottura 16 minuti
Porzioni 8 persone

Attrezzatura

  • Fruste elettriche o planetaria con frusta a filo
  • 8 stampini da muffin
  • carta forno o 8 pirottini di carta da muffin

Ingredienti

  • 140 g burro a 18°C
  • 140 g zucchero
  • 4 uova grandi
  • 140 g farina tipo 0
  • 1 bustina lievito vanigliato
  • 1 cucchiaio liquore di anice
  • 100 g mandorle dolci a filetti
  • 2 cucchiai lavanda essiccata
  • 5 gocce olio essenziale di lavanda puro 100% di grado alimentare
  • 250 g panna fresca da montare
  • 1 cucchiaio zucchero a velo vanigliato
  • 1 pizzico cardamomo in polvere

Istruzioni

  • Scalda il forno a 175°C e prepara 8 stampini da muffin ricoperti di carta da forno o con l'apposito pirottino.
  • Metti in una ciotola (o nella planetaria con la frusta a filo)140 g di burro morbido, 140 g di zucchero, l'olio essenziale di lavanda e monta la crema di burro.
  • Aggiungi un uovo – a temperatura ambiente – e incorporalo sbattendo per 2 minuti, poi aggiungi le altre uova montando per lo stesso intervallo di tempo.
  • Aggiungi la farina setacciata con la bustina di lievito per dolci e un cucchiaio di liquore.
  • Incorpora delicatamente 100 g di mandorle a filetti e 2 cucchiai di fiori di lavanda essiccati e sminuzzati.
  • Versa il composto negli stampini e falli cuocere per 16 minuti.
  • Lascia raffreddare completamente i tortini e poi servili con la panna montata al momento, leggermente dolcificata e profumata con un pizzico di polvere di cardamomo.

Note

Non tutti gli oli essenziali estratti dalla lavanda sono commestibili; devi procurarti un olio essenziale puro al 100% che in etichetta riporti la dicitura per uso interno o certificato di grado alimentare.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA