Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Strati d’emozione

Sorprendere con il profumo: scopri la tecnica del layering

Tempo di lettura: 3 minuti

Che cos’è il layering?

In profumeria significa personalizzare il proprio profumo spruzzandone due o più, uno sull’altro.

A seconda dell’umore del momento, puoi scegliere il profumo che più parla di te e poi imprimergli una sfumatura diversa spruzzandone un altro e miscelandoli.

Per esempio, puoi spruzzare sul décolleté la nuance che desideri ti arrivi di continuo e magari spruzzare solo sui polsi quella che vuoi si faccia sentire ad ogni tuo gesto.

Il layering ci fa sentire unici ed è un percorso olfattivo da percorrere ogni giorno a seconda del proprio umore.

Come si applica il layering?

Se normalmente utilizzi un profumo molto strutturato, come un orientale o un floriental (orientale fiorito) o una fragranza legnosa o cuoiata, non puoi sovrapporne un altro della stessa tipologia e complessità.

Nella pratica, ti consiglio di consiglio di spruzzare il tuo profumo preferito nell’area in cui scaldandosi lo percepirai (la base del collo o le orecchie) e poi, per dargli un carattere fresco e leggero durante la giornata, puoi utilizzare sui polsi un agrumato (come il mio Agrums), che ha la caratteristica di rendere qualsiasi fragranza più frizzante. L’agrume ha il vantaggio di poter essere sempre stratificato ad un altro profumo perché, in teoria, è sempre presente nelle note di testa.

Invece, per intensificare una nota che ami particolarmente della tua fragranza, puoi spruzzare un profumo mono nota – come un soliflor contenuto già nel bouquet – in modo da amplificare la sensazione.

La vaniglia, in particolare, ha la caratteristica di rendere le fragranze più confortanti e golose. Per esempio Meditation, dalle note cuoio e legno, con uno spruzzo di vaniglia si addolcisce, per una coccola speciale e sensuale.

La rosa ha una caratteristica particolare: utilizzata nel layering rende speciali anche i profumi più maschili, per un effetto unisex molto affascinante e seducente.

Tra gli abbinamenti che consiglio a chi vuole sperimentare un profondo senso di libertà c’è il mio Marine amplificato da Wild fig.

L’ambra, infine, nel layering conferisce un irresistibile tocco sensuale.

Attenzione, procedere con cautela

Non esagerare con il profumo è una delle regole fondamentali del galateo, soprattutto quando si prevede di stare a lungo in ambienti chiusi o quando ci si prepara per una bella cena con del buon vino, situazione in cui l’olfatto dovrà essere occupato da altro.

Questa regola vale con l’applicazione layering ma, a maggior ragione, con la stratificazione involontaria di varie profumazioni che possono essere incluse nella crema per il corpo, nei prodotti per i capelli o nel deodorante.

Come fare? Dobbiamo essere consapevoli che valgono le stesse regole e scegliere o delle basi neutre o dei prodotti di cui tenere conto. Se, ad esempio, durante l’estate si usa per il corpo un olio di tiaré molto profumato, potrebbe essere sufficiente sovrapporre un agrumato.

Utilizzando la tecnica del layering, potremo creare ogni giorno il nostro mondo, indossando sempre una fragranza emozionale che ci permetterà di comunicare con gli altri senza usare le parole.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA