Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
sosta_palmizi_circo_contemporaneo_cover
Meraviglie sotto allo chapiteau

Danza e circo contemporaneo ad Arezzo con Sosta Palmizi

Tempo di lettura: 3 minuti

Lo spazio magico del circo, luogo sospeso tra la realtà e il sogno, dal 1 al 10 ottobre sarà ad Arezzo.

Lo chapiteau dell’immaginifico e innovativo Circo El Grito, grazie alla collaborazione tra l’Associazione Sosta Palmizi di Raffaella Giordano e Giorgio Rossi e la Fondazione Guido d’Arezzo, accoglierà una ricca programmazione di spettacoli di danza e circo contemporanei e laboratori in un contesto di rara bellezza: il parco naturale di Ponte Buriano, sulle rive del fiume Arno, accanto all’affascinante e noto ponte medievale.

LiminaL

Un programma dedicato al pubblico “dagli 0 ai 99 anni” che si aprirà con un fine settimana dedicato interamente a LiminaL la nuova creazione, per la prima volta in Toscana, di Fabiana Ruiz Diaz, co-direttrice insieme a Giacomo Costantini di Circo El Grito. Una magnetica sperimentazione multidisciplinare che terrà il pubblico con gli occhi puntati tra cielo e terra inseguendo con stupore le trasformazioni della protagonista, sulle note di pianoforte eseguite dal vivo dal Maestro Marchesini. L’appuntamento è per l’1, il 2 e il 3 ottobre alle 21:00 e in replica pomeridiana lunedì 4 ottobre alle 18:30.     

LiminaL – Letto volante – di Fabiana Ruiz Diaz

Costellazioni. Pronti, partenza, spazio…!

A seguire, giovedì 7 ottobre alle 18:30, Costellazioni. Pronti, partenza, spazio…!, una produzione Associazione Sosta Palmizi / I Nuovi Scalzi dedicata alle scoperta dell’universo, un viaggio fantastico e giocoso che, attraverso la danza delle costellazioni, parte dalla Terra per spingersi verso le stelle

Hallo! I’m Jacket!

Venerdì 8 ottobre è la volta di Hallo! I’m Jacket!, della compagnia Dimitri/ Canessa in coproduzione con Associazione Sosta Palmizi. Una performance ironica e dissacrante nata da riflessioni sul cosiddetto “mondo contemporaneo” con le sue sfide e contraddizioni.

Hallo! I’m Jacket!, della compagnia Dimitri/ Canessa in coproduzione con Associazione Sosta Palmizi

Dedicato a Gianni Rodari

Sabato 9 ottobre, doppio appuntamento con Esercizi di Fantastica dell’Associazione Sosta Palmizi, spettacolo ispirato alla fantastica di Gianni Rodari, vincitore del Premio del Pubblico e del Premio della Giuria al Vimercate Ragazzi Festival 2021.

In chiusura, la Compagnia ABC Allegra Brigata Cinematica presenta, domenica 10 ottobre alle 16:30 e alle 18:30, Blackout – Nel meraviglioso mondo di Uoz(App), un mondo fatto di click, sms, post, emoticons, interrotto da un blackout dove sarà la danza a farci riflettere sul nostro rapporto con la tecnologia e la comunicazione.

I laboratori di danza con Giorgio Rossi

Nelle giornate del 3, 4, 7 e  9 ottobre sono inoltre previste attività gratuite dedicate al pubblico di grandi e piccini con laboratori di danza aerea, circo e giocodanza a cura di Contraerea, SottoSopra Asd e del co-direttore artistico di Sosta Palmizi, Giorgio Rossi.

Durante i giorni della rassegna, accanto allo chapiteau sarà presente un punto ristoro aperto prima e dopo gli spettacoli, a cura di a cura di C.RI.C. Ponte Buriano – Cincelli.  

Circo El Grito



Biglietti

Biglietti disponibili in prevendita on-line su LiveTicket.it/sostapalmizi – La biglietteria in loco aprirà 2 ore prima dell’inizio degli spettacoli.      

Sosta  Palmizi,  diretta  da  Raffaella Giordano  e  Giorgio  Rossi,  è una realtà di riferimento nell’ambito della creatività  coreutica  contemporanea;  il  suo  operato  è  sensibile  alla  qualità  dell’esperienza  artistica,  alla formazione e all’accompagnamento delle giovani generazioni.
L ‘edizione 2021 della rassegna Altre Danze – Tutti al circo! è un progetto a cura di Sosta Palmizi in collaborazione con Fondazione Guido d’Arezzo, con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Arezzo e Fondazione CR Firenze.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

Leggi anche