Tutto quello che devi sapere

Come si fa la maionese fatta in casa

Tempo di lettura: 4 minuti

Per fare la maionese fatta in casa sono necessari quattro ingredienti in croce e qualcuno di totalmente facoltativo. La difficoltà, quindi, non è certo il reperimento della materia prima o l’utilizzo di strumenti che possiedi sicuramente: lo scoglio del fare la maionese con le proprie preziose manine è saper affrontare le molteplici emozioni ed i pensieri nefasti che ti assaliranno la prima volta che ti cimenterai con questa operazione. Il tuo peggior nemico sarà la paura di sbagliare. Il “terrore da maionese” farà capolino anche la seconda o la terza volta che la farai e per tutto il resto della tua vita, nonostante tu raggiunga il livello pro.

Il nostro scopo è guidarti attraverso la preparazione, affrontando con fiducia la sfida, con la consapevolezza che ne uscirai una persona migliore.

Cosa ti serve

Prendi un uovo freschissimo, che allo stesso tempo dovrà essere caldo, nel senso che lo dovrai togliere dal frigorifero per fargli acquisire la temperatura ambiente. Con un uovo intero otterrai come minimo la quantità di maionese contenuta in un normale barattolo acquistato al supermercato.

Metti un po’ di sale: meno di un cucchiaino da caffè, ché il sale non si toglie.

Negli ingredienti non essenziali vedrai annoverare la senape inglese: un cucchiaino di senape è molto gradevole ma influisce anche sulla buona riuscita della maionese e dopo scoprirai perché.

Poi ti servirà dell’olio buono. Se provi a fare la maionese con l’olio extra vergine d’oliva ti verrà immangiabile, anche se è l’olio delicatissimo che ti spedisce lo zio ligure o la nonna che lo compra dall’oleificio sul lago di Garda. Puoi usare normale olio d’oliva o un buon olio d’arachidi o di girasole. Qui non c’è da risparmiare, perché la maionese è olio per almeno l’80% (l’altro 20% è olio di gomito)

Spremi un limone e filtra il succo. C’è chi usa l’aceto bianco.

Che cos’è la maionese?

Nell’ottica di cucinare sempre in maniera responsabile, prima di metterti all’opera, devi sapere che la maionese è un’emulsione in cui l’olio si mescola all’acqua dell’uovo ma solo grazie a un ingrediente segreto: i tensioattivi contenuti nel tuorlo e anche nella senape inglese di cui sopra (se la vorrai utilizzare). L’acido del limone (o dell’aceto) serve da stabilizzante.

La ricetta essenziale

Portata Preparazioni di base
Cucina Francese
Preparazione 10 minuti
Porzioni 6 persone

Attrezzatura

  • 1 frusta elettrica o frullatore
  • 1 cucchiaino
  • 1 ciotola
  • 1 bicchiere graduato

Ingredienti

  • 1 uovo
  • q.b. sale
  • 1 cucchiaino senape inglese
  • 200 g olio d'oliva o di semi
  • q.b. succo di limone

Istruzioni

  • Sbatti un uovo con ½ cucchiaino (da caffè) di sale e un cucchiaino di senape inglese.
  • Non smettere di sbatterefino alla fine del procedimento.
  • Versa a filo l’olio fino a quando la maionese si sarà addensata al punto giusto. La dose consigliata è indicativa.
  • Aggiungi un cucchiaino (o più) di succo di limone.
  • Lascia riposare la maionese in frigorifero per servirla fresca.

Note

Riponi sempre la maionese ben coperta per evitare che si ossidi in superficie.

Pensieri stupendi, se così si può dire

Con mano tremante spacchi l’uovo nel tuo robot da cucina o nel bicchiere del frullatore a immersione e aggiungi il sale e la senape. Ti sentiamo che stai pensando: “ma come, non si fa solo con il tuorlo?”. Per il discorso che abbiamo fatto prima, teoricamente si potrebbe fare la maionese anche con l’acqua – purché si aggiunga un tensioattivo – ma per il momento segui la ricetta a testa bassa, senza porti altre domande.

Inizia a sbattere a grande velocità aggiungendo l’olio a filo. Guarda che ti vediamo: a filo non significa un fiotto, significa che devi vedere un filo poco più spesso di quello di una ragnatela.

È liquida, non si addensa, ma quanto ci vuole?

Le goccioline d’olio devono avere il tempo di diventare sempre più piccole e numerose fino ad occupare tutta la soluzione acquosa. Tradotto: devi avere pazienza e continuare a sbattere e aggiungere olio. Te ne serviranno circa due decilitri ma – sempre in linea teorica – poteresti continuare ad aggiungere olio a litri, facendo chili di maionese con una sola goccia di tuorlo. Tra poco sarà pronta, tieni d’occhio la consistenza.

Adesso è troppo dura!

È giunto il momento di diluire l’emulsione con un po’ di limone che la renderà più fluida. Dal momento che non puoi continuare ad aggiungere limone perché la maionese diventerebbe troppo acida, mettine solo un po’ e poi valuta il sapore. Se è perfetta di sapore ma ancora troppo soda, puoi aggiungere acqua tiepida. Ricordati che devi continuare a sbattere…

Mi è impazzita la maionese, butto via tutto

Stai dicendo sciocchezze: la maionese non “impazzisce” e non si butta nella spazzatura. Significa solo che l’olio si sta separando dalla parte acquosa, cosa che può accadere quando gli ingredienti sono troppo freddi. Un frullatore – messo in funzione abbastanza a lungo – dovrebbe risolvere già in partenza questo problema, perché il motore “scalda”. Se ti accade usando la frusta a mano, puoi incorporare qualche cucchiaino d’acqua calda e continuare a sbattere fino a quando la maionese non si sistema. C’è chi consiglia di aggiungere un altro goccino di tuorlo o altro olio ma, in realtà, basta sbattere molto vigorosamente.

Adesso è calda, non mi piace

La maionese non si mangia calda altrimenti sarebbe salsa olandese! Per lei è giunto il momento di riposare un po’ in frigorifero e per te di spegnere finalmente il cervello. È fatta. Con il freddo la maionese si stabilizzerà e sarà buonissima. Puoi aggiungere erbe tritate finemente, tonno, sottaceti o wasabi…ma questa è una storia che vale la pena raccontare un’altra volta.

Quanto dura la maionese fatta in casa?

Dipende da quanto è buona. Se in frigorifero ne avanza ancora dopo 72 ore, non lo era abbastanza e puoi buttarla. Per conservarla, ricordati di coprirla con un disco di carta da cucina a contatto, in modo che non si ossidi in superficie e poi sigillare con la pellicola.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA

Leggi anche

Cocktail da brunch: il Mimosa

Il Mimosa è il long drink più facile dell’universo, perfetto per un brunch all’americana o per un aperitivo leggero quando fa molto caldo.

Vitello tonnato, come si fa

Come si fa il vitello tonnato? Piatto imprescindibile nella stagione estiva – e infatti la sua giornata nazionale pare cada il 4 agosto – è super confortante persino se lo ritroviamo in un bar in pausa pranzo.

Lonato in Festival

Circo contemporaneo in festival nella Rocca di Lonato

Lonato in Festival, giunto alla X edizione, propone dall’11 al 14 agosto un fitto calendario di spettacoli en plein air di circo contemporaneo, ambientati nello storico contenitore della Rocca Visconteo Veneta di Lonato del Garda (Brescia).

60 minuti di musica verso le vacanze

60 minuti prima di arrivare al mare, 60 minuti tra suoni Deep house, House e jazzy, sotto il sole dell’ A14 cercando il ritmo, i sorrisi, i flirt estivi e quelli che durano una vita. Autostrada A14 è il mixato di Millelame perfetto per andare al mare