Un racconto immaginifico

Aldo Rossi. Design 1960-1997

Tempo di lettura: 4 minuti

Aldo Rossi, architetto e studioso, nominato Accademico di San Luca nel 1979, insignito del Pritzker Prize 1990 e della 1991 Thomas Jefferson Medal in Architecture, è noto anche per la sua attività di designer e artista, dal Teatro del Mondo presentato alla Biennale di Venezia del 1979, al Monumento a Sandro Pertini (Milano, 1990), passando per l’opera pittorica e grafica, da sempre legata alla sua attività progettuale.

In mostra a Milano fino al 2 ottobre

Il Museo del Novecento di Milano gli ha dedicato una mostra – a cura di Chiara Spangaro, in collaborazione con la Fondazione Aldo Rossi e Silvana Editoriale – dal 29 aprile al 2 ottobre in cui si approfondisce la figura dell’architetto, designer, teorico e critico. Per la prima volta sono esposti, in un percorso spettacolare, oltre 350 tra arredi e oggetti d’uso, prototipi e modelli, dipinti, disegni e studi progettati e realizzati dal 1960 al 1997

Aldo Rossi e la poltrona Parigi per UniFor, 1989.
© Federico Brunetti. Courtesy Federico Brunetti.

Rossi in tutta la sua produzione, fin dai primi mobili realizzati nel 1960 con l’architetto Leonardo Ferrari, riflette sul rapporto tra la scala architettonica e urbana e quella monumentale e oggettuale. Dal 1979 si apre al mondo della produzione industriale e di alto artigianato, realizzando arredi e prodotti d’uso prima con Alessi, poi con Artemide, DesignTex, Bruno Longoni Atelier d’arredamento, Molteni&C|UniFor, Richard-Ginori, Rosenthal, Up&Up (oggi UpGroup).
In quasi vent’anni di lavoro elabora più di 70 arredi e oggetti, molti dei quali ancora oggi in produzione, sperimentando forme e cromie nel campo dei metalli e del legno, del marmo e della pietra, della ceramica e della porcellana, dei tessuti artigianali e industriali e dei materiali plastici

Forma, uso, classicità

La mostra, racconta l’universo di Aldo Rossi in nove sale che conducono lo spettatore in un racconto inaspettato, immaginifico e spettacolare che si muove tra forma e uso, classicità, ironia.

La libreria ha la foggia di un Piroscafo (con Luca Meda per Molteni&C, 1991), La conica o La cupola sono ora macchine per il caffè (Alessi, 1984 e 1988) ora elementi allestitivi del Teatro Domestico (XVII Triennale di Milano, 1986), il Faro, già teatro a Toronto e museo nell’isola di Vassivière, è una teiera in vetro e ceramica per Rosenthal (1994) o il Monumento di Segrate si affaccia da una tarsia lignea per Bruno Longoni o da un tappeto tessuto in Sardegna.

Gli eventi collaterali dal 5 luglio

Il Museo del Novecento di Milano presenta un ricco public program a partire dal 5 luglio fino al termine del periodo di apertura della mostra : talk e proiezioni di film e documentari (vedi il programma completo) che, attraverso un dialogo interdisciplinare tra le arti, caratteristico della contemporaneità, approfondiscono la figura di Aldo Rossi.

5 luglio 2022, ore 18.00 | PROIEZIONE – Documentario: Aldo Rossi seconda parte di Carlo Scarpa e Aldo Rossi. Maestri di poesia e memoria (2020) a cura di Michael Obrist. Film: Ornamento e delitto (1973) di Aldo Rossi, Gianni Braghieri e Franco Raggi. Cinema Arlecchino, via San Pietro all’Orto 9 – Milano. Ingresso libero fino a esaurimento posti

12 luglio 2022, ore 18.00 | TALK – Piccole e grandi architetture. Museo del Novecento, piano terra. Ingresso gratuito con prenotazione

13 settembre 2022, ore 18.00 | TALK – Gli oggetti dell’architetto. Museo del Novecento, piano terra. Ingresso gratuito con prenotazione

20 settembre 2022, ore 18.00 | PROIEZIONE – Documentario: Aldo Rossi Design (2022) regia di Francesca Molteni e Mattia Colombo. Cinema Arlecchino, via San Pietro all’Orto 9 – Milano. Ingresso libero fino a esaurimento posti

1° ottobre 2022, ore 17.00 | TALK – Aldo Rossi, Milano, Il Duomo e l’anima della città. Museo del Novecento, piano terra. Ingresso gratuito con prenotazione

Info utili

Aldo Rossi. Design 1960-1997
Museo del Novecento
piazza Duomo 8, Milano

29 aprile – 2 ottobre 2022
Ingresso compreso nel biglietto di accesso al Museo
Intero € 10,00 | Ridotto € 8,00
www.museodelnovecento.org

Cover photo: Aldo Rossi, scrivania Papyro, 1990 / Molteni&C, Giussano. Molteni Museum. © Eredi Aldo Rossi /courtesy Fondazione Aldo Rossi.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

Leggi anche

Design therapy con Polet di Achille Castiglioni

Dal 7 al 9 ottobre, in occasione della quarta edizione di EDIT – la fiera napoletana dedicata al design editoriale e d’autore – l’azienda Twils presenta la riedizione di Polet in chiave ironica e divertente.

Turning pain into power al Kunst Merano Arte

Dal 15 ottobre 2022 fino al 29 gennaio 2023, il Kunst Meran Merano Arte ospita la mostra collettiva TURNING PAIN INTO POWER che pone l’accento sul potenziale dell’arte nel risvegliare e incrementare la consapevolezza sulle ingiustizie sociali e politiche.

Giulio Romano, il talento del designer a Palazzo Te

La mostra “Giulio Romano, La forza delle cose” al Palazzo Te ricostruisce il genio dell’artista anche negli oggetti di design, recuperati attraverso prestiti internazionali e opere ricreate per riportare in vita gli oggetti perduti e godere del loro fascino senza tempo. A mantova dal 8 ottobre 2022 al 8 gennaio 2023.