Belle differenze

Omelette o frittata? Scopri come si fanno

Tempo di lettura: 3 minuti

Se non sai fare un’omelette, rischi di fare una frittata e non sto parlando in senso lato.

L’omelette e la frittata sono gemelle diverse. Si tratta sempre di uova sbattute e cotte in padella ma bastano pochi accorgimenti per ottenere l’una o l’altra. Una è un po’ più tenerina, l’altra sta più sulle sue; una è schizzinosa e non vuole aggiunte, l’altra è più promiscua. Vediamo nel dettaglio le differenze.

L’omelette alla francese

Quante uova?

Questa è la tipica domanda che ti rivolgono alla mattina, in Francia, quando chiedi un’omelette per colazione. Noi italiani siamo salutisti e difficilmente mangiamo più di due uova per volta, mentre Oltralpe la norma è un’omelette fatta con tre uova o più (del resto quel mangione di Obelix se lo sono inventato loro). L’omelette non si spartisce mai: si fa in un padellino monoporzione e si mangia tutta intera, nuda o con il suo carico di ripieno, tassativamente cotta nel burro. Quello che la differenzia da una frittata è che si cuoce solo su un lato e si ripiega quando il centro è ancora morbido e “bavoso” come dicono loro. Per farla, ti serve la classica padella dal bordo basso, grande in proporzione alle uova che cuocerai; per 2 o 3 uova, te ne basterà una da 16-18 centimetri di diametro.

Girafrittata cm 26 (Cucina)

Girafrittata cm 26 (Cucina)

Caratteristiche: 

  • Rivestimento 9 strati per performance uniche, resistente fino a 100mila cicli di abrasione con utensili metallici
  • Doppio fondo ad induzione
  • Rivestimento esterno x-fusion resistente alle alte temperature
  • Manico in bakelite con design elegante e raffinato
  • Pfoa Free
  • Tipo materiale: Alluminio

Nuova Da: 35,90 € In Stock
acquista ora

La frittata all’italiana

Nella frittata, oltre alle uova, si potrebbe aggiungere un po’ di panna e un po’ di formaggio grattugiato, in alcune varianti regionali persino la farina. In realtà, le frittate sono di molti tipi ma quello che le accomuna tutte è che si devono cuocere in maniera uniforme su entrambi i lati. Da sempre – con sempre, mi riferisco a quando si cucinava nelle stufe a carbone o nei camini – per fare una frittata è una buona idea avere un gira frittata o una pentola apposita che ti evita di ribaltare manualmente la frittata o di farle fare “il salto” dalla padella, operazione veramente perigliosa e quasi impossibile da effettuare con una frittata molto alta. Le frittate, infatti, sono generalmente piuttosto spesse, incorporano altri ingredienti come patate, erbe o verdure. Possono essere grandi quanto vuoi e contenere tutte le uova di un pollaio perché si servono tagliate a spicchi o a quadri. Contrariamente all’omelette, la frittata è più paziente: puoi farla in aticipo, servirla tiepida o fredda.

Sei così confusa che non sai neanche come ti piacciono le uova!

“Se scappi, ti sposo” con Richard Gere Julia Roberts

E tu lo sai come preferisci le tue uova? Omelette o frittata? Intanto nella ricetta che segue, trovi una vera omelette alla francese spiegata bene.

Omelette alle erbe

Portata Secondi
Cucina Francese
Preparazione 5 minuti
Cottura 8 minuti
Porzioni 1 persona

Attrezzatura

  • 1 padella anti aderente 16 cm
  • 1 ciotola
  • 1 forchetta
  • 1 Spatola

Ingredienti

  • 2 uova grandi
  • 10 g burro
  • q.b. burro per finire
  • 1 cucchiaino prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaino erba cipollina tritata
  • q.b. sale
  • q.b. pepe bianco macinato

Istruzioni

  • Rompi le uova in una terrina e sbattile leggermente con una forchetta insieme a un pizzico di sale e a un pizzico di pepe bianco. Aggiungi anche le erbette tritate.
  • Scalda la padella e fai sfrigolare il burro a fuoco vivace.
  • Versa le uova e, non appena vedi che si rapprendono, porta i bordi verso il centro aiutandoti con la spatola, in modo da cuocere uniformemente l’omelette.
  • Quando il centro è ancora filante, spegni il fuoco e attendi un attimo.
  • A questo punto, inclina leggermente la padella verso destra, in modo che l’omelette scivoli verso il bordo e tu possa ripiegarla agevolmente verso il centro. Fai la stessa cosa dalla parte opposta.
  • Rovescia l’omelette su un piatto tiepido e lucidala con un pezzettino di burro.

Note

Fai l’omelette e servila subito senza porre tempo in mezzo.
Il grande Bocuse diceva che sono i commensali a dover aspettare l’omelette, non viceversa.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA

Leggi anche

Dal 22 Ottobre 2022 al 13 Gennaio 2023 il Museo Piaggio ospita "Le Icone del Made in Italy", in mostra una trentina di opere di Stefano berardino che dialogano con i prodotti Piaggio più celebri.
Questa edizione del Calendario Pirelli è stata dedicata dalla fotografa australiana Emma Summerton alle sue muse, alle molte donne che l’hanno ispirata e guidata nei percorsi e nelle scelte come artista e come persona. 
il 26 e 27 novembre e 3 e 4 dicembre i giardini seicenteschi dell'Uccelliera e della Meridiana della Galleria Borghese saranno aperti ai visitatori del museo.
Fino al 19 febbraio 2023, The Horror Show! alla Somerset House di Londra offre un viaggio nel ventre della psiche culturale britannica con oltre 200 opere degli artisti più provocatori.