Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Conversazione con la dott.ssa Maria Francesca Jaboli

Dallo svezzamento alla lasagna vegetale

Tempo di lettura: 4 minuti

La dottoressa Maria Francesca Jaboli è una gastroenterologa italiana vissuta per molti anni a Londra dove, un anno fa, ha pubblicato From weaning to lasagna, un libro di cucina e guida per le famiglie dallo svezzamento dei figli fino all’età adulta. Alla base del libro c’era la filosofia italiana del buon mangiare, vario, in compagnia e con misura.

Tornata in Italia, in molti le hanno chiesto la versione in italiano e così è nata l’edizione aggiornata Dallo svezzamento alla lasagna vegetale con le prefazioni del Prof Carlo Virgilio Agostoni e della Dott.ssa Silvia Scaglioni (pediatri del Policlinico di Milano e punto di riferimento in Italia), oltre a quella di Lydia Capasso (scrittrice di libri di cucina e giornalista sul Corriere Cucina).

Tutti i proventi del libro – che contiene un’abbondanza di ricette meravigliose e salutari, tutte deliziose, facili da seguire e organizzate per gruppi di età fino a quella adulta – saranno devoluti alla Fondazione De Marchi Onlus, da più di 40 anni accanto a migliaia di bambini affetti da gravi malattie croniche, in cura presso la Clinica De Marchi del Policlinico di Milano.

Com’è nato From weaning to lasagna?

Per un’esigenza personale. Mi sono trovata a Londra con il mio primo figlio e lì non c’era il pediatra di base. Non sapevo dove girarmi, nonostante fossi gastroenterologa, così mi sono rimessa a studiare, ho chiesto ad amiche pediatre e poi ho raggruppato per fasce di età tutte le ricette che mi avevano dato e che mi sembravano valide per svezzare il mio pargolo. Gli permettevo di giocare e sporcare in cucina e sono stata ripagata dalla soddisfazione di vederlo mangiare di tutto e volentieri. Dopodiché, le amiche mi hanno spinto a pubblicare tutto sotto forma di libro: un piccolo manuale a cavallo tra medicina e cucina in cui c’è la nutrizione ma anche l’amore per la tavola.

Qual è la necessità preponderante di una nutrizione corretta fin dalla nascita?

Per mia convinzione, far prevalere la vera cucina mediterranea rispetto ad una alimentazione troppo ricca e grassa. Personalmente, ho sposato completamente le teorie della medicina funzionale del dott. Longo perché ho sperimentato con le persone vicine a me – sia in famiglia sia miei pazienti – quanto sia dannoso vivere in una situazione di castrazione cronica perché si applicano diete invece che una nutrizione corretta e, appunto, funzionale. Tu hai un ruolo centrale nel determinare le patologie che avrai (o non avrai) nella tua vita. Il cibo fa da accompagnamento a tutta la nostra esistenza, unisce, fa cultura e stare a tavola insieme è molto importante. Nel nostro profondo, c’è ancora amore per la cultura del cibo e nel libro ho voluto trasferire questo aspetto, oltre a nozioni come il baby-led weaning o auto svezzamento, a nozioni sul microbiota e altri grandi argomenti che coinvolgono la nutrizione.

Qual è uno dei cibi fondamentali per la nostra alimentazione?

La salsa di pomodoro che definirei un cibo universale. Pensa: quando arrivi a casa da un viaggio, quando non hai niente in frigo, quando hai fame ma fretta, tutti amano un bel piatto di spaghetti al pomodoro. Ai bambini piccoli si può già proporre la pastina rossa dagli 8-9 mesi di vita ma il pomodoro già dai 6 mesi inserendolo nel passato di verdura o nel pesce.

Nel libro, la richiamo più volte perché è una delle ricette più gradite dai bambini e contiene vitamina C, acido folico, potassio, sali minerali. Il pomodoro è colorato e il colore è molto importante per attirare l’attenzione ed invitare all’assaggio, esattamente come accade con una bella presentazione del piatto.

La classica pappa al pomodoro toscana è una zuppa umile ma i bambini ci si buttano sempre. In cucina, è il primo approccio a una base dietetica fatta di verdura mescolata a carboidrati complessi e a olio extravergine d’oliva (importantissimo). Nei bambini, imparare a tagliare il pomodoro stimola la manualità, che è fondamentale.

L’unica precauzione, per cui bisogna fare attenzione, è che il pomodoro stimola la produzione di acido e può scatenare allergie.

La ricetta universale della salsa

Portata Primi
Cucina Italiana
Preparazione 30 minuti
Cottura 30 minuti
Porzioni 4 persone

Attrezzatura

  • Una casseruola
  • Un passaverdure o un frullatore a immersione

Ingredienti

  • 1 kg pomodori maturi San Marzano o perini
  • 2 scalogni o cipolla
  • 1 spicchio aglio
  • 6 foglie basilico
  • 2 cucchiai olio d'oliva extra vergine
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico zucchero

Istruzioni

  • Sbollenta i pomodori per due minuti e pelali. Poi tagliali in quattro e – se preferisci – puoi togliere anche i semi.
  • Dividi a metà lo spicchio d'aglio e togli l'anima, poi tritalo finemente con gli scalogni (o la stessa quantità di cipolla).
  • Metti ad appassire il trito in una casseruola con l'olio d'oliva e poi aggiungi i pomodori.
  • Fai cuocere a fuoco basso per 30 minuti, poi passa la salsa con il passaverdure o un frullatore a immersione se la vuoi molto liscia.
  • Rimettila sul fuoco pochi minuti, aggiungendo il basilico e ancora un goccio d'olio crudo.

Note

Se non è stagione di pomodoro fresco, usa pomodori pelati. Al contrario, puoi utilizzare pomodori freschi di stagione anche senza pelarli ma dipende dai tuoi gusti personali.
 

Una curiosità: il vino non è tabu

Anche il vino merita la dovuta attenzione, dal momento che fa parte della cultura alimentare mediterranea. È importante avvicinare i bambini al gusto del vino, cosa che non equivale a farglielo bere. Nel capitolo 7, mi sono avvalsa degli studi storici di Laura Pepe che ha scritto un libro splendido, Gli eroi bevono vino. Il mondo antico in un bicchiere, in cui spiega come la nostra identità passi da un calice: miti, regole di galateo, codici di comportamento, visioni etiche e filosofiche, religione e molto altro ancora. Dal mio punto di vista, più parli di vino senza demonizzarlo – più viene compreso ed entra a far parte della vita in maniera equilibrata – minore è il rischio che sia usato come strumento per perdere il controllo.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA