Riaperture veneziane

Visita a Murano alla scoperta di Punta Conterie

Tempo di lettura: 3 minuti

In occasione di una visita a Venezia, l’isola di Murano merita almeno mezza giornata del tuo tempo, tra uno sguardo alle collezioni storiche del Museo del vetro e un giretto esplorativo alle fornaci. Alcune delle più celebri offrono visite guidate e workshop particolarmente emozionanti, anche dedicati ai bambini.

Dal 1° maggio 2021, riapre anche Punta Conterie, hub nel cuore di Murano dedicato alla creatività internazionale e all’enogastronomia contemporanea.

Le conterie

Punta Conterie è situata all’interno del complesso delle “Ex Conterie” di Murano, storico simbolo della produzione di vetro soffiato. La produzione industriale dell’isola era particolarmente dedita alle preziose conterie, minute perle in pasta vitrea ricavate dal taglio di una lunga e sottilissima canna forata arrotondata a caldo in particolari contenitori metallici. Una lavorazione estremamente complessa che richiedeva spazi ampi ed estesi in lunghezza.

  • Punta Conterie - ph. Maris Croatto
  • InGalleria a Punta Conterie - ph. Roberta Orio
  • Punta Conterie - ph. Maris Croatto

Fu così che nel 1898, le 14 aziende locali che fondarono la Società Veneziana per l’Industria delle Conterie si trasferirono in un enorme complesso che comprendeva 18 forni a gas per l’arrotondamento delle conterie, 3.000 addetti totali (tra il 1940 e il 1970) e 45.000 quintali di perle prodotte.

La trasformazione di Punta Conterie

Nel 1993 le contingenze socio-economiche e la crisi nel settore portarono alla chiusura definitiva del complesso industriale, riacquistato nel 1995 dal Comune di Venezia e poi trasformato in un progetto culturale e di rigenerazione urbana grazie a Alessandro Vecchiato e Dario Campa.
Punta Conterie apre a settembre 2019 dopo due anni di riqualificazione e oggi offre numerosi occasioni per essere visitata.

Food & Wine

Il menu del Vetri Restaurant/Bistrot di Punta Conterie è stato messo a punto dallo chef Johnmark Nanit sotto la supervisione di Dario Campa — coordinatore di tutte le attività food and wine dello spazio muranese. Nanit, chef di origini filippine ma formatosi tra le Dolomiti e ristoranti internazionali, valorizza la materia prima lagunare, ricerca un equilibrio di sapori e consistenze con particolare sensibilità verso un pubblico dai gusti ed esigenze multiformi. La pasticceria del Pastry Chef Allaraj Selam segue la stessa scuola di pensiero tra sapori in equilibrio e consistenze sorprendenti.

Progetti espositivi InGalleria

Dopo la presentazione online di Murano in Focus trasmessa attraverso il sito ufficiale, il terzo atteso progetto di InGalleria Art Gallery diventa accessibile al pubblico nel rispetto delle norme previste dall’emergenza sanitaria.

Curato da Roberta Orio, Murano in Focus è un progetto espositivo visibile fino al 13 agosto 2021.

Attraverso un fermo immagine fotografico – un tempo chiamato reportage, fotografia industriale, still-life – viene documentata l’identità di Murano oggi, attraverso 21 immagini inedite realizzate da Luigi BussolatiMassimo Gardone e dalla stessa Roberta Orio.

Tre fotografi, tre sguardi complementari, tre soggetti diversi che volutamente scartano l’uniformità stilistica per navigare in territori di ricerca molto diversi. Un’occasione inedita di confronto tra autori impegnati in autonomi percorsi creativi. Tre mostre in una per uno sguardo corale che è un grande omaggio a Murano.

Gli store di Punta Conterie

Con la riapertura al pubblico di Punta Conterie, ritornano accessibili anche i due store interni, InGalleria Shop e Fioraio Green Boutique.

Con una vasta selezione di prodotti a firma Punta Conterie, piccoli oggetti di design, perle in vetro di Murano, gioielli contemporanei e accessori moda tra tradizione lagunare e alto artigianato, InGalleria Shop conferma la vocazione di concept store il cui filo conduttore è rappresentato da un materiale su tutti, il vetro.

Per gli amanti dei fiori, infine, Fioraio Green Boutique rappresenta l’occasione per scoprire una proposta floreale estesa — kenzie, dracene, Medinille, fiori recisi, composizioni floreali in grado di coprire una scala cromatica delle più varie – con uno sguardo particolare alla ricerca estetica.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

Leggi anche

Tra nevrosi, proiezioni e costruzione dell'identità, cercheremo di capire come funziona la paura. Questo processo incontrollabile e profondo, che può salvarci la vita ma anche rendercela impossibile.
Fino al 20 ottobre 2024, il Museo Archeologico Regionale di Aosta ospita la mostra "Artenumero: Gli artisti e il numero tra XX e XXI secolo". Uno sguardo unico sull’arte degli ultimi sessant’anni attraverso l’uso del numero.
Un nuova fragranza per ambienti creata da Salvina D’Angelo, ispirata ai profumi del Parco Nazionale del Gran Paradiso.
La storia del blu è una storia relativamente recente, e inizia nel cuore del medioevo. E prima?