Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Stile

Itcouldbemine: dove trovare vintage contemporaneo

Tempo di lettura: 3 minuti

Fast fashion is for boys (o girls), vintage is for men (o women / o whatever). 

Vivo in una delle città più fashioniste del mondo e spesso osservo persone super creative che riescono a interpretare la moda in modo molto personale, creando ogni giorno qualcosa di nuovo attraverso il proprio gusto.

Bello osare e non ridursi a entrare nel negozio di un grande brand per farsi vestire da capo a piedi senza rischi, abbinare fast fashion a vintage, capi firmatissimi e costosi ad accessori iconici rubati dall’armadio della mamma o del nonno. Il risultato non sarà mai banale e probabilmente rispecchierà molto di più la tua essenza.

E se in famiglia sono per il decluttering, dove trovo un abito vintage?

Itcouldbemine è un bellissimo progetto di ricerca visiva nato su Tumblr 5 anni fa.

Serena Toffetti, stylist e docente universitaria, ha fatto della sua passione e del suo talento un mestiere capace di camminare sulle proprie gambe, creando uno dei più accreditati e-commerce moda dedicato al vintage contemporaneo, con una particolare attenzione per l’immaginario e l’estetica dei designer indipendenti negli anni Novanta

Serena Toffetti lavora nella moda dalla prima metà degli anni 2000 come stylist, creative director e consulente. Oggi è docente presso l’Istituto Marangoni dove insegna research method, design culture, analysis of trends, trend forecast e contemporary fashion panorama. Dal 2015 gestisce Itcouldbemine, il suo negozio online di ricerca vintage, basata sulla vendita di capi selezionati e scelti uno per uno tra designer, maison iconiche, piccoli tesori sconosciuti e handmade. Tra questi alcuni pezzi unici e rari per collezionisti.

È una vetrina virtuale alimentata da un archivio d’immagini, in costante aggiornamento, realizzato grazie a un certosino lavoro di studio, analisi e ricerca svolto sul campo. Mentre il mercato deve adeguarsi a un contesto sempre più globalizzato, qui si propone  un guardaroba controcorrente, allestito con metodo e coerenza, che premia la qualità di tinture, cuciture e tessuti e si ispira a un design in grado di superare brillantemente la prova del tempo.

Riuso e qualità

Qualità e sostenibilità sono le parole chiave dei capi e degli accessori in vendita, tutti pezzi unici, personalmente selezionati da Serena.

Un altro punto di forza del progetto è il concetto di riuso, principio cardine attorno a cui ruota la selezione: accanto a pezzi vintage firmati, tra gli altri, da Yves Saint Laurent, Marni, Prada,Jil Sander e Jean Paul Gaultier, anche capi handmade e abiti di fattura orientale. Da tempi non sospetti, Itcouldbemine ha scommesso sulla sostenibilità nel settore del fashion. Una scommessa che, dopo un lustro di onorata attività, può considerare vinta.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA