Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Il meglio delle eccellenze di Milano e Venezia.

Slowear18, a Milano l’aperitivo si indossa

Tempo di lettura: 2 minuti

Un concept store che unisce mixology, bar, cafè, abbigliamento con unico comun denominatore: la ricercatezza. Questo è Slowear18, originale ultimo nato del gruppo veneziano di abbigliamento da cui trae il nome e che ha altri 29 negozi nel mondo, concentrati però su quello in cui finora Slowear eccelleva: pantaloni (Incotex), camicie (Glanshirt), capispalla (Montedoro), maglieria in cachemire (Zanone) all’insegna dell’italianità e dell’artigianalità.

Quello di via Solferino 18 a Milano invece è un esperimento, che fin dalla recente apertura sembra riuscito: dare a una delle vie più radical-chic milanesi un nuovo punto di riferimento per colazione, pranzo e aperitivo, senza tradire la vocazione «Made in Venezia», grazie alla scelta di ingredienti e, soprattutto, bottiglie che risentono fortemente dell’influenza veneta (pur con qualche deviazione, vista la super ricercata cantina di bollicine Franciacorta).

La particolarità si avverte fin dalla struttura, che merita una visita di per sé e che indica quanto Slowear18 voglia essere camaleontico: mentre di giorno, come in un qualunque negozio d’abbigliamento, i capi sono esposti e accessibili, col calare della sera al centro del locale scende una scenografica cupola in plexiglass che li ingloba e li trasforma in complemento d’arredo di uno spettacolare bancone per appoggiare i drink.

A quel punto diventa centrale il lato mixology, perché conquista la scena Erica Rossi, barlady di fama internazionale, già terza alla Diageo World Class, la manifestazione più importante tra bartender a livello mondiale (con lei che era unica donna) e pronta per la partenza verso la Cina per la sua prossima quarta partecipazione ai mondiali del settore. Anche la sua selezionatissima linea di aperitivi celebra l’asse Venezia-Milano con proposte che esaltano le basi dei drink tipici delle due città. Tra questi, la sua creazione «Venezia loves Milano», un bel mix di Bitter Campari e Select, presentato in una coppa a stelo lungo spennellata sul bordo di marmellata di arancia rossa.

SCRITTO DA