Svegliati piano, non pensare a nulla, ascolta

“Comodo” è il suono perfetto per la domenica mattina

Tempo di lettura: 2 minuti

Comodo è l’odore del caffè la domenica mattina, comodo è la sveglia in ferie anche se solo per un giorno. Comodo è quel libro e le sue venti pagine finali che leggerai con calma sul divano. Comodo è il divano in cui attorcigliarsi pensando a cosa cucinare per pranzo. Comodo è il pranzo della domenica cucinato con lentezza, conviviale e sincero. Comodo è il profumo di una candela Dyptique che brucia in lontananza mentre dalle tende filtra un sole settembrino, ultimo ricordo di un estate ormai quasi finita.

Non è semplice scegliere la musica per la domenica mattina, non puoi cominciare subito veloce o con troppa carica, ci devi arrivare per gradi. La musica per una domenica mattina perfetta, parte piano e si avvolge nel profumo del secondo caffè. La casa è in ordine, non c’è nulla da fare, se non dedicare un po’ di tempo a sé stessi, al proprio benessere dai ritmi rallentati.

Per una volta ho scelto di creare un mixato che non avesse come bisogno primario quello di far ballare per forza.  Sono tracce da ascoltare sul divano, con distrazione, leggendo qualcosa e tenendo il piede a tempo. “Comodo” è poco più di un sottofondo, in crescita ma mai chiassoso, ritmato ma non frenetico, per finire di svegliarsi e regalarsi un’ora di coolness e buoni propositi, tra deep house, jazzy house e accenni di funk.

Dentro ci trovate tre tracce uscite su Toy Tonics, label fondamentale per questo genere di musica, il bravo Felipe Gordon, il travolgente Stefan Schwanders con la sua Repeat Orchestra e in chiusura un pezzo che almeno personalmente è molto più di una dichiarazione di intenti.

La copertina infine è opera di Sara Fabbri, Art Director di Linus e autrice del bellissimo fumetto “Il Re di Bangkok” già vincitore 2022 Prose Awards.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei

SCRITTO DA

Leggi anche

Sabato 28 gennaio 2023 alle ore 18, a Palazzo Vizzani, apre al pubblico la mostra And We Thought III, progetto che indaga principalmente il concetto di autorialità: può un’intelligenza artificiale generare arte?
È il 4 dicembre 1953. C’è un uomo, con un vestito scuro, che corre nei campi vicino alla stazione ferroviaria di Alessandria. Scopri la storia di Eugenio Gaggiotti.
Monarca dei record, sovrana di stile, ultima vera icona pop del nostro tempo che ha ispirato serie televisive, film, canzoni e opere d’arte, Sua Maestà la Regina Elisabetta II è protagonista della mostra "Lilibet. The Queen", promossa dal 19 gennaio al 20 febbraio 2023 da Agostino Art Gallery di Milano.
Questa è la storia di uno dei più grandi disastri della Liguria, avvenuto il 13 agosto 1935, quando il lago artificiale di Ortiglieto, sulle alture di Molare, tracimò a seguito di piogge torrenziali di incredibile portata, sfondando un muraglione di appoggio e disintegrando una montagna, per poi abbattersi a valle con una violenza inaudita. È una storia speciale che i nonni raccontano ancora ai nipoti, sulle montagne dell’Appennino, e che ha lasciato una ferita mai rimarginata nella valle del fiume Orba.