Natale green

Idee regalo ecologiche e a zero rifiuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Dicono che a Natale siamo tutti più buoni, così buoni che negli ultimi anni questa festività si è giustamente caricata di una nuova consapevolezza: festeggiare con un minore impatto sull’ambiente.

Ecco gli step che rendono più ecologico il nostro Natale

È iniziato tutto con il riciclo: abbiamo imparato prima a differenziare gli incarti dei nostri regali e poi a conservare i nastri e le scatole più belle per il Natale successivo. Poi abbiamo imparato che un regalo inutilizzato poteva essere reindirizzato verso qualcuno che l’avrebbe apprezzato più di noi, così il riciclo del regalo è diventato un gesto virtuoso e senza particolari sensi di colpa.

La sfida più difficile: scegliere il regalo giusto

Abbiamo scoperto che un Natale sostenibile passa anche dalla scelta di regali che provengono da artigiani locali o che i prodotti a chilometro zero fanno bene all’ambiente.

A volte però ci dimentichiamo che “zero rifiuti” significa anche che un regalo è così bello da non essere gettato nella pattumiera due giorni dopo Natale.  Nell’eterno dilemma del “cosa regalo?”, il punto più spinoso è scegliere qualcosa di indimenticabile al posto della solita cravatta.

Esclusività può fare rima con sostenibilità

Prima di lanciarti all’interno di un centro commerciale dove è alta la concentrazione di fast fashion, prova a vedere se in un negozio vintage puoi trovare un capo o un bijoux unico e con una bella storia. Dare nuova vita alle cose vecchie, favorendo l’economia circolare, è una delle prime forme di ecologia.

Il lusso non è solo una questione di prezzo ma prima di tutto una scelta di qualità e unicità. Se preferisci scegliere qualcosa di nuovo, allora non dimenticare di guardare con attenzione le etichette: ti diranno se quello che stai per acquistare è prodotto secondo parametri green, nel rispetto dell’ambiente e del lavoro.

Regalare un sogno è bellissimo

Gli oggetti di ottima qualità possono sembrare più costosi ma, in realtà, l’allungamento del ciclo di vita di un bene riduce il consumo di materie prime dovuto alla sua sostituzione. Luxury, quindi, è il contrario di fast: non c’è lusso più grande che poter conservare per sempre una bella cosa, esattamente come non ti libereresti mai della coperta fatta a mano dalla nonna.

Il lusso però può riguardare anche beni immateriali: un pensiero, un’esperienza, un sogno sono tutti regali a zero rifiuti perché lasciano traccia solo nella memoria di chi li ha vissuti.

A seconda della personalità del destinatario, potresti scegliere di regalare i biglietti per un concerto indimenticabile o una degustazione guidata in una cantina di vini pregiati, l’ingresso a museo o una cena stellata, un’attività culturale da condividere o una giornata tutta per sé condita da un pizzico di follia.

Regali per lui oltre l’ecologia

I regali di Natale originali per lui possono essere moltissimi: dall’esperienza gourmand all’esperienza adrenalinica di guidare in pista la supercar dei propri sogni. Perché non pensare ad un abbonamento ad un giornale on line, a una piattaforma che offre audiolibri o cinema in streaming? I meno sedentari preferiranno forse un lancio in paracadute ma una giornata alle terme con la tua – ottima – compagnia, sarà sempre un regalo gradito. Le idee regalo sono infinite, richiedono solo un po’ di pazienza per accendere la fantasia.

Leggi anche

Dal 22 Ottobre 2022 al 13 Gennaio 2023 il Museo Piaggio ospita "Le Icone del Made in Italy", in mostra una trentina di opere di Stefano berardino che dialogano con i prodotti Piaggio più celebri.
Questa edizione del Calendario Pirelli è stata dedicata dalla fotografa australiana Emma Summerton alle sue muse, alle molte donne che l’hanno ispirata e guidata nei percorsi e nelle scelte come artista e come persona. 
il 26 e 27 novembre e 3 e 4 dicembre i giardini seicenteschi dell'Uccelliera e della Meridiana della Galleria Borghese saranno aperti ai visitatori del museo.
Fino al 19 febbraio 2023, The Horror Show! alla Somerset House di Londra offre un viaggio nel ventre della psiche culturale britannica con oltre 200 opere degli artisti più provocatori.