Capita che, di fronte alla necessità di cucinare senza glutine, ci si avventuri in ricettari stranieri o si faccia ricorso a chissà quale tradizione culinaria, mentre spesso, a ben guardare, è proprio la nostra ricca e fantasiosa cucina italiana a soccorrerci e ad offrirci ottime preparazioni che non prevedono alcun ingrediente con glutine.

gatto patate3

Un esempio è il gattò di patate, tipico piatto partenopeo, ricco e goloso. Basta sostituire  il pangrattato tradizionale con quello senza glutine per rendere la preparazione adatta anche alle persone celiache!

È un piatto facile e versatile. Può essere servito in un brunch, o come portata di mezzo in un’occasione più importante. Una caratteristica molto apprezzata di questa ricetta, quanto meno da coloro che non ritengono un sacrilegio distaccarsi a volte dalla tradizione, è che può trasformarsi facilmente in una ricetta di recupero e diventare un modo creativo per utilizzare i formaggi o i salumi avanzati.

gatto patate2

Ingredienti

1 kg di patate
3 uova
80 g di Parmigiano Reggiano
200 g di prosciutto cotto tagliato a dadini
200 g di mozzarella
30 g di burro
sale e pepe
noce moscata
burro  e pane grattugiato senza glutine per lo stampo

Lessate le patate in abbondante acqua salata. Togliete la buccia quando sono ancora calde e passatele con uno schiacciapatate, raccogliendole in una ciotola. Aggiungete il burro, la noce moscata e il parmigiano.

A parte sbattete leggermente le uova e unitele al composto impastando bene. Aggiungete la mozzarella tagliata a cubetti e il prosciutto cotto, amalgamate bene il composto. Regolate di sale e pepe.

Imburrate lo stampo e spolveratelo con il pane grattugiato, versate il composto stendendolo con cura e livellandone la superficie. Cospargete di fiocchetti di burro infornate in forno caldo a 180° C per circa 40 minuti.