Le donne sono la forza trainante del Primavera Sound, ed è non solo una cosa di cui siamo pazzamente convinte noi Cosebeller, ma anche un manifesto ufficiale del Primavera Sound, uno dei più importanti festival musicali europei, che si terrà dal 30 maggio al 3 giugno 2018, ovviamente al Parc del Fòrum di Barcellona:

At all hours, in all styles, on all the stages: women are the driving force.

Siccome però anche quest’anno il #PrimaveraBello ha una lineup da urlo, e no, nemmeno quest’anno potremo essere ubiqui, l’organizzazione è tutto. Ecco, dunque, 8 artiste da non perdere assolutamente al Primavera Sound 2018!

1) ANNA VON HAUSSWOLFF

Anna Von Hausswolff

Rock essenziale, primordiale: the dark side of the #PrimaveraBello, eccolo qua. Se la definizione di “neoclassical darkwave” – associata alla musica di Anna Von Hausswolf – e le tracce da 12 minuti non vi spaventano, il suo Dead Magic è uno degli album più apprezzati dalla critica nel 2018.
L’artista svedese usa l’organo per appropriarsi di schemi e generi storicamente maschili, come il progressive e il doom, infondendo una grazia teatrale ed eterea, quasi sovrannaturale.
Imperdibile per chi si lascia irretire dal fascino discreto dell’oscurità.
Must listen: The Truth, The Glow, The Fall.

2) BELLY

Belly, reunion per la band di Tanya Donelly

Dopo i My Bloody Valentine, i Ride, gli Slowdive, l’ondata di reunion dell’era dream pop travolge il Parc del Fòrum con il ritorno di un’altra band rimasta sopita per un ventennio, i Belly. La frontgirl Tanya Donelly aveva militato anche in un altro gruppo della lineup di quest’anno, i The Breeders, capitanato invece dalla sempre meravigliosa Kim Deal.
Imperdibili per chi non smette di sognare con le incantevoli atmosfere dream pop.
Must listen: Mine.

3) WAXAHATCHEE

Katie Crutchfield aka Waxahatchee

Al Primavera Sound 2018, Katie Crutchfield aka Waxahatchee ci farà ascoltare dal vivo il suo quarto album, Out in the Storm, una tempesta in cui i retaggi lo-fi anni ‘90 acquistano mordente attraverso un sound limpido e autentico.
Imperdibile se avete un debole per le cantautrici che sanno raccontarsi con assoluta schiettezza, imbracciando una chitarra elettrica.
Must listen: Silver

4) JANE BIRKIN

Jane Birkin, a symphonic tribute to Serge Gainsbourg @ Primavera Sound 2018

Sinfonica e imprevedibile. Jane Birkin, 71 anni e il mito di un’inglesina diventata un’icona di stile parigino (cui la maison Hermès si è ispirata per creare la borsa più famosa al mondo), ma anche di quella eccellente lanciatrice della pietra dello scandalo più bollente della storia del pop. La musa ispiratrice, ma anche l’interprete: il PrimaveraBello sarà l’occasione per ascoltare Le Symphonic, l’omaggio dedicato a Serge Gainsbourg.
Imperdibile se un’orchestra di 50 elementi è l’elemento più bizzarro e affascinante che potevate desiderare dal festival più fico che esista.
Must listen: Fuir le bonheur de peur qu’il ne sauve

5) WARPAINT

Le Warpaint di Emily Kokal e Stella Mogzawa al Primavera Sound Barcelona

La bellezza è una coccola: è l’assioma evidente e assoluto nelle atmosfere oniriche e psichedeliche delle Warpaint, il quartetto di Sirene contemporanee che sintetizza in sé l’approccio cerebrale dei Blonde Redhead con l’istinto pop, raffinato e selvaggio, di Bat for Lashes.
Imperdibili per chi sa dov’è la propria mindfulness anche sotto a un palco, circondato da una calca di persone.
Must listen: Love is to die

6) JAY SOM

Melina Duterte, in arte Jay Som, suonerà al Primavera Sound 2018

Figlia di immigrati filippini negli Stati Uniti, Melina Duterte ha sterzato da un destino da trombettista jazz per dedicarsi a un cantautorato luminoso e genuino. Il suo secondo disco come Jay Som, Everybody Works, trabocca di sensibilità e suona esattamente come se avesse preso forma e consapevolezza nella cameretta di un’adolescente – in un senso eccezionalmente positivo.
Imperdibile se siete quasi o del tutto fuori dai batticuori dei vent’anni e vorreste ricaderci dentro con tutte le scarpe.
Must listen: Baybee

7) MATTIEL

L'album di debutto di Mattiel Brown al Primavera Sound 2018

Nella copertina del debut album omonimo, Mattiel è ritratta in piedi su un cavallo. Ma se, dal punto di vista estetico, l’immaginario country sembra una fonte di ispirazione indiscutibile, al momento dell’ascolto si è invece spiazzati da uno stile vocale e da una personalità artistica fuori dagli schemi. Le lande desolate, il deserto tormentato, sono per Mattiel Brown una metafora per rappresentare il suo sconfinare verso territori inesplorati.
Imperdibile per chi se la sente di farsi totalmente spettinare da una vera Amazzone del rock’n’roll.
Must listen: Cass Tech

8) ANY OTHER

Gli Any Other di Adele Nigro sono una delle 3 band italiane a esibirsi al Primavera Pro 2018

Il progetto di Adele Nigro cresce su palchi sempre più internazionali. Il loro nuovo disco uscirà dopo l’estate per l’etichetta 42 Records, nel frattempo gli Any Other sono una delle 3 band italiane che si esibiranno al Primavera Pro, lo spin-off del Primavera Sound riservato a un pubblico di addetti ai lavori. Da fan della prima ora degli Any Other, gongoliamo.

Seguiteci sui social con l’hashtag #primaverabello e aggiungete questo link ai preferiti per rimanere aggiornatissimi sul PS2018!