Marzo è cominciato da qualche giorno, il mese dell’inizio della primavera, dei primi fiori che sbocciano (come gli ormai mitici ciliegi), o, detto molto meglio da Gianni Rodari:

Marzo pazzo e cuorcontento
si sveglia un mattino pieno di vento:
la prima rondine arriva stasera
con l’espresso della primavera.

Mi sono ripromessa, quest’anno, di godermi ogni stagione, ogni mese, per i regali che porta, belli o brutti che siano. Uno degli eventi che meglio rappresenta questo mese è sicuramente lo sbocciare dei fiori di ciliegio. Uno spettacolo di una bellezza silenziosa ed esplosiva.

 

© Kevin Ambrose

 

Parliamo del National Cherry Blossom Festival, ovvero il festival della fioritura dei ciliegi che si tiene ogni anno in questo periodo a Washington DC, intorno al bacino di marea.

 

© USPS

 

Avete ancora qualche settimana per organizzare il viaggio, visto che le previsioni danno come papabili, per il picco di fioritura, le date dal 17 al 20 marzo (secondo il National Park Service) – e con picco si intende una serie di giorni in cui il 70% dei ciliegi di Yoshino sono in fiore. In verità, questo festival andrà dal 17 marzo al 15 aprile e l’effettiva lunghezza del periodo di fioritura dipenderà molto dalle condizioni meteorologiche e climatiche, con un clima fresco e calmo in grado di estenderne la durata mentre piogge forti e giornate ventose potrebbero spogliare in fretta gli alberi di questi piccoli petali rosa chiaro.

 

© Fred Dunn

 

Vi state chiedendo perché Washington DC ha così tanti ciliegi?

La storia racconta che 3000 alberi di ciliegio Yoshino furono regalati agli Stati Uniti nel 1912 dall’allora sindaco di Tokyo, Ozaki Yukio, in segno di amicizia. Vennero portati direttamente dal Giappone e i primi due furono piantati dall’allora first lady Helen Taft, moglie del presidente William Howard Taft, e la viscontessa Chinda, moglie dell’ambasciatore giapponese negli Stati Uniti. Furono piantati il 27 marzo, e questa coppia di ciliegi si trova ancora lì, nei pressi di una tradizionale lanterna giapponese. Molti altri, di quei 3000, sono ancora vivi e vegeti sulle sponde del bacino di marea.

 

© ᴋʏᴏᴋᴏ

 

Le vostre passeggiate saranno romantiche ed indimenticabili, anche in mezzo a migliaia di persone. Ma non ci sarà tempo per riposarsi troppo, visto che tutta la città sarà in festa: troverete concerti ad ogni angolo, eventi in ogni parco e ristoranti con menù speciali. Per chi fosse interessato, una completa lista di eventi qui.