Potere alla lacca.

Siamo in pieno periodo festivo e non voglio ammorbarvi sulla discussione sociologica del ruolo dei glitter nel trucco natalizio, sebbene questo mi tenga impegnata la testa per tutto il tempo (“Glittersi Glitterno ANataleSiPuò MorteAiGlitter”). Sapeste che fatica riflettere così tanto.
Comunque, dicevo, per queste feste voglio darvi il potere assoluto, quello che vi permette di presenziare alle cene più lunghe senza ansie, senza quel peso sul cuore che vi fa controllare se tutto della vostra mise è a posto, quello che vi renderà invincibili: la lacca.

Per anni la lacca è stata considerata l’emblema degli anni 80: esagerata, appiccicosa, rigida e pietrifica capelli, adatta solo per le acconciature alla Elizabeth Taylor, quella del settimo matrimonio per intenderci. A quanto pare, però, la paladina delle acconciature è stata sdoganata, e sto parlando della lacca, non di te Elizabeth cara.

E’ tornata prepotentemente nei beauty case, infatti, la leggendaria lacca Elnett, prodotto di punta della L’Oreal fin dagli anni 60. A quanto pare adesso anche la tecnologia è migliorata rispetto al passato: un nuovo erogatore, una formula resistente, ma allo stesso tempo leggera. Può essere usata per fissare acconciature elaborate, ma anche per dare volume e movimento ai capelli, lunghi o corti non fa differenza. Ottima tenuta, ma anche odore meraviglioso, da centro estetico dell’America bene del 1962. Forse non è proprio vero che va via con qualche colpo di spazzola, ma l’effetto capelli scolpiti nel cristallo è scongiurato.

L’unica controindicazione? Un strana voglia di cantare, come se fossimo in un musical e amassimo indossare i colori pastello. Brrrrrrr.

Elnett lacca spray fissaggio forte alla pro-keratina, L’Oreal Paris, 4 euro circa.