Make yourself at home!

Finally Ellis Faas at Rinascente, in Milan.

We talked about it some time ago and now Ellis is back, with great news! In fact, from November 3 the cosmetic line of fab make up artist from Netherlands will be on sale at Rinascente, in Milan, starting the real italian launch of the brand. For this special event, exclusively for Cosebelle, we had a pleasant conversation with the soul of this collection, Ellis himself.

Alessia: “Many brands are now betting on the success of creamy product (cream eyeshadows and cheek tints above all), but this was the first choice you made when designing your products. What are the effective benefits of this kind of textures in a world that was dominated by powders till now?

Ellis: “ I have always loved liquid textures, because they tend to become one with the skin instead of lying on top of it. They also stay in place much more, especially if you put in so many pigments like we do. But I do realise that liquid makeup is something people needed time to get used to. I should like to compare it to mascara: in the 50s, mascara still came in little block you had to make wet and then apply with a little brush – then came the automatic mascara (what we still have today), people needed to get used to it, but now no-one wants it differently. I believe that it will be the same process for liquid makeup: you have to get used to the applicators and how to apply the textures, but once you get it, you will not want otherwise.

A:”I saw an astonishing duochrome (E305) used in a tutorial on youtube by the lovely Pixiwoo and i know that your first inspiration are human body colours. I was wondering: what is the study beyond your colours?

E: ” Creating the brand, the easiest part for me was picking colours. I have been mixing my own colours throughout my career, so for the brand I simply made a palette of my favourite colours that looked good together and complimented each other. I then stood back and asked myself why I loved these colours so much, and I discovered that I unconsciously inspired them all on colours that are already existent in the human body. If you see what colours a bruise gets from day one until it disappears, you will also see very strong, vibrant purples, greens and yellows. So the colours in the makeup line are not only browns and beiges, but if there is a vibrant colour, it’s a broken colour with a lot of depth. So none of the colours clash with the face, so you will not look weird. Whether you like a certain colour is only a matter of taste. I love the democratic aspect of the concept, because the colours in our bodies are the same, whether you are a 16 year-old white girl, or an 80 year-old black great-grandmother.

I believe the concept is nearly “scientific” and I absolutely do not mean to follow so-called trends. Because the story is very serious to me, we will not discontinue shades. To me it’s nonsense to say that this season this is the best pink, and next season it should be this new pink, so if you have found your colour in our range, you will always continue to have it.”

A: “How important is packaging for a new brand?

E: ” I can’t say for other new brands, but for me the packaging was the whole starting point: I wanted to create a portable solution for daily life. A woman’s makeup bag is practically always a mess in which she is not able to find which product she needs. A survey even said that women spend more time looking for a product than actually applying it. So my solution is the “Ellis Holder” in which you can fit a total of 8 products. Plus the pens have built-in brushes, and the Holder a built-in mirror. And we are now launching “Ellis Clips” for either woman who only want to carry around a few pens, or for makeup artists who have many more than just seven.”

A: “What do you expect from the Italian market?

E: “Launching at Rinascente will be an important step for us. We had already been available in a lovely store in Udine (Bois de Rose), but Rinascente will make our product much wider available. We have loads of Italian women following us on Facebook and receiving our newsletter, so I believe Italian women like makeup in general, that they are willing to try new things, and that they will love the way our products look and feel. And for me personally it will be an extra reason to come over more often, because besides having spent so many holidays in Italy, it is also such an important country for me on a professional level, having done so many shows and shoots over there, and having worked with so many great Italian designers.”

 

Many thanks to Ellis and Thijs Faas.

______________________________________________________________________

 

Italian version

Ellis Faas in arrivo alla Rinascente di Milano.

Ne avevamo parlato in tempi non sospetti (http://www.cosebellemagazine.it/2011/07/14/ellis-faas/), ed ecco che  Ellis Faas ritorna, con una bella novità: a partire dal 3 Novembre la linea di cosmetici della favolosa make up artist olandese sarà in vendita alla Rinascente di Milano, dando il via al vero e proprio lancio italiano del brand.

Per questa occasione, in esclusiva per Cosebelle, ecco una conversazione con l’anima di questa  collezione, Ellis in persona.

Alessia: “Molti brand stanno scommettendo sul successo dei prodotti in crema (ombretti, blush su tutti), ma questa è stata la scelta che hai fatto quando hai concepito i tuoi prodotti. Quali sono i vantaggi di questa texture in un mondo dominato, fino ad ora, dalle polveri?”

Ellis: “Ho sempre amato le texture liquide, perché tendono a diventare un tutt’uno con la pelle invece di formare un strato sopra di essa Questi prodotti restano al loro posto per molto più tempo, soprattutto se ci si mettono dentro tanti pigmenti come facciamo noi. So, però, che è necessario che la gente si abitui al make up liquido. Lo paragonerei al mascara: negli anni ‘50 il mascara era in blocchetti che dovevano essere inumiditi per poter applicare il prodotto con un piccolo pennello – poi è arrivato il mascara automatico (quello che abbiamo ancora oggi), la gente ha dovuto abituarsi e ora nessuno lo vuole in altra forma. Credo che per il makeup liquido sarà lo stesso: devi abituarti gli applicatori e a come usare le textures, e una volta che l’hai capito non vorrai più usare altro.”

A:”Ho visto un meraviglioso duochrome (E305) in un tutorial su youtube e so che la tua prima ispirazione sono i colori del corpo umano. Mi chiedevo: qual è lo studio che c’è dietro i colori della tua collezione?”

E: ” La parte più facile nella creazione della linea è stata la scelta dei colori. Ho mischiato colori per tutta la mia carriera, per cui per il brand ho semplicemente creato una palette dei colori miei preferiti che stavano bene insieme ed erano l’uno il complementare dell’altro. Mi sono chiesta poi il perché amassi così tanto questi colori, e ho scoperto che , incosciamente, mi ero ispirata a colori che già esistono nel corpo umano. Se guardi i colori che un livido assume dal primo giorno fino a quando non scompare, vedrai viola vibranti e forti, verdi e gialli.  Per questo i colori nella mia linea non sono solo marroni e beige, ma anche colori vibranti, con molta profondità. Nessuno dei colori va in contrasto con il viso, per cui non risulterai mai stramba. La preferenza verso alcune tonalità è solo una questione di gusti. Amo l’aspetto democratico del concept, perché i colori del corpo sono gli stessi per tutti, che tu sia una sedicenne o una nonna ottantenne.

Credo che questo concetto sia quasi scientifico e con questo intendo, anche, che non si debba seguire i cosiddetti trend. Dato che la storia del brand per me è importante ritengo che non cambieremo le tonalità col tempo. Per me non ha senso dire che per questa stagione c’è un rosa migliore e per la prossima ci sarà un nuovo rosa, se tu hai quel particolare rosa nelle tue preferenze continuerai sempre ad averlo.”

A: “Quanto è importante il packaging per un brand appena nato?

E: ”Non so per gli altri brand, ma per quanto mi riguarda il packaging è stato il punto di partenza: volevo creare soluzioni portabili per la vita quotidiana. La borsa del trucco di una donna è sempre un gran disastro nel quale non riesce a trovare mai il prodotto di cui ha bisogno. Un sondaggio ha rivelato che le donne spendo più tempo a cercare che ad applicare il prodotto. La mia soluzione è l’Ellis holder, nel quale puoi inserire un totale di 8 prodotti. Le penne hanno pennelli incorporati e il contenitore ha anche uno specchio. Adesso stiamo lanciando gli le clip per le donne che vogliono portare con sè solo alcune penne, ma anche per i makeupartist che vogliono avere più di 7 con sè. “

A: “Che cosa ti aspetti dal mercato italiano?

E: “Il lancio alla rinascente di Milano è un passo importante per noi. I nostri prodotti sono già disponibili in un adorabile negozio in Udine (Bois de Rose), ma la Rinascente renderà i nostri prodotti disponibili per più persone. Abbiamo un sacco di ragazze italiane che ci seguono su facebook e che ricevono la nostra newsletter, per cui credo che non solo le donne italiane amino il makeup, ma che hanno anche voglia di provare nuove cose. Ameranno i nostri prodotti e la sensazione che danno. E per me ci sarà una ragione extra per venire in Italia più spesso, perché oltre ad aver passato molte vacanze, l’ Italia, per me è un paese importante anche dal punto di vista professionale, avendo fatto molti show e shoot e avendo lavorato con molti grandi designer italiani.”