Il futuro della cosmesi nel web.

Per la rete passano tutte le campagne pubblicitarie, i lanci, le capsule collection e le edizioni speciali dei maggiori brand della cosmetica che hanno scoperto,come d’incanto, il potere infinito dei canali youtube, dei blog, del passaparola e delle review. Questo meccanismo di confronto ha innescato il diffondersi dell’e-shopping, fino a tre anni fa pratica delle più intraprendenti, adesso a portata anche delle più pigre e impacciate.

È notizia di due giorni fa l’apertura dello store online di Sephora Italia, in ritardo rispetto agli analoghi francese e americano, ma in perfetta sintonia con i tempi del mercato italiano. Spese di spedizione gratuite per ordini oltre i 60 euro, affidabilità e possibilità di reperire marche non presenti in tutti i punti vendita Sephora. Stiamo parlando, a tutti gli effetti, del disastro annunciato per i nostri portafogli. Per rodare il nuovo servizio andate sul sicuro e procedete all’acquisto di una qualsiasi tra le palette di Cargo disponibili, dotate di ombretti corposi e scriventi anche nelle tonalità nude.

Secondo acquisto sicuro può essere il solvente per unghie Express nail polish remover, un flaconcino che contiene una spugnetta imbevuta priva di acetone. Basta immergere il dito, ruotarlo per venti secondi e lo smalto va via; funziona anche con gli adesivi per unghie, ma nulla può con gli smalti glitterati, adorabili e ostinati, per i quali solo l’olio di gomito e la smerigliatrice possono fare qualcosa.

(*) Ciao ciao Lana.