Miranda July. La puoi amare. La puoi odiare. Non ci possono essere vie di mezzo.

Miranda July by RJ Shaughnessy (for PIG Magazine

Miranda July by RJ Shaughnessy (for PIG Magazine

Prendiamo ad esempio il suo sito personale. Digiti l’indirizzo, premi invio e ti appare questa schermata. Miranda, ci stai per caso mettendo alla prova? Vuoi davvero che nel vortice convulsivo di tab che popolano la mia giornata, io mi debba fermare davvero cinque minuti a pensare a cosa scrivere quando mi chiedi la parola magica per entrare? Beh, brava. Ci sei riuscita. Mi sono fermata. C’ho pensato. Punto per te.

La schermata iniziale del sito personale dell'artista.

La schermata iniziale del sito personale dell’artista.

Il nuovo progetto dell’artista/attrice/regista è sempre figlio del contemporaneo. Ogni volta mi dico: ok, non riuscirà a superarsi la prossima. Ogni volta, puntualmente, mi sbaglio. E visto che Miranda è quella che può spiegarci il senso del progetto che si chiama We Think Alone meglio di tutti, lascio spazio alle sue parole:

“I’m always trying to get my friends to forward me emails they’ve sent to other people — to their mom, their boyfriend, their agent — the more mundane the better. How they comport themselves in email is so intimate, almost obscene — a glimpse of them from their own point of view. WE THINK ALONE has given me the excuse to read my friends’ emails and the emails of some people I wish I was friends with and for better or worse it’s changed the way I see all of them. I think I really know them now. But our inner life is not actually the same thing as our life on the computer — a quiet person might !!!! a lot. A person with a busy mind might write almost nothing. And of course while none of these emails were originally intended to be read by me (much less you*) they were all carefully selected by their authors in response to my list of email genres — so self-portraiture is quietly at work here. Privacy, the art of it, is evolving. Radical self-exposure and classically manicured discretion can both be powerful, both be elegant. And email itself is changing, none of us use it exactly the same way we did ten years ago; in another ten years we might not use it at all. Thank you to Kareem, Kirsten, Sheila, Danh, Lee, Etgar, Kate, Laura, Lena and Catherine for their daring and diligence.”

il sito del nuovo progetto di Miranda July

il sito del nuovo progetto di Miranda July

WE THINK ALONE è stato commissionato da Magasin 3 per uno show chiamato On The Tip of My Tongue. Esisterà solo ed unicamente nelle vostre caselle di posta elettronica, che riceveranno un compendium di mail legate tematicamente tra loro e che arriveranno dall’1 Luglio fino all’11 Novembre 2013. Sempre di Lunedì. Ecco, io non vedo l’ora sia Lunedì.

ps. Per farvi capire meglio quando ringrazia “Kirsten” sta parlando di Kirsten Dunst. E quando invece nomina “Lena”, si riferisce a Lena Dunham. Ecco.