Ironia e intelligenza, quando unite a una brillante capacità di sintesi, hanno la forza di rompere gli incantesimi. Ed è il caso di Wasted Rita e delle sue writing series, una parte dei lavori di questa graphic designer portoghese, che riesce a dare forma a tutti quei momenti esatti e indecifrabili di cui ci sfugge il nome, e di cui pensiamo “di sicuro il tedesco ha una parola pure per questo”.

wasted rita wasted rita

Al secolo Rita Gomes, ventisettenne artista e creativa di Lisbona, si autodefinisce una “terrorista emozionale agent provocateur. Le sue writing series, delle serie di frasi a inchiostro nero su carta di diversi formati, sono una galleria rappresentativa di un nutrito parco emotivo, di umanità e situazioni, in cui poche lettere contengono tutte le sfumature di uno stato mentale ineffabile.

wasted rita

wasted rita wasted rita

Wasted non nel senso di perennemente ubriaca, ma semplicemente “sprecata”: la paura di essere sprecati, o di sprecare una parte di sé stessi troppo grande, troppo del proprio tempo, i propri talenti, le energie nelle cose sbagliate, e di non poter più aggiustare il tiro in tempo. La Grande Paura insomma.

Le writing series Love letters, le inevitabili Breakup letters, The art of flirtingness e Late-night writings sono delle istantanee di situazioni, stereotipi, momenti di varia umanità che popolano la nostra quotidianità, in cui ritroviamo le stesse contraddizioni sociali che creano quegli scenari familiari. Nel mixer di questi racconti brevi in stampatello ci sono subcultura e cultura pop, musica, amori finiti o, peggio, che sopravvivono alle relazioni, dolore, euforia, sesso, apatia, desiderio di realizzazione personale, riflessioni sull’arte. In una continua oscillazione tra il crederci fermamente e il non farsi sorprendere a prendersi sul serio, neanche per un istante, un’ironia lucida che pervade tutto.

wastedrita_cosebelle_03bis wasted rita

Wasted Rita scrive con una grafia essenziale, ma niente affatto ripulita: è quella scrittura netta, dritta e convinta ma allo stesso tempo un po’ incerta, senza velleità di rigore estetico. Quella grafia con cui si scrivono le cose importanti, quando a notte fonda ci colpiscono improvvisamente come uno schiaffo in pieno viso.

wasted rita

Può capitare che una lettera o due vengano più grosse delle altre, o un po’ storte. Allora proviamo a sistemarle, o le cancelliamo. Ma la cosa importante che sembrano volerci dire è di ricordarci che non c’è una brutta copia e una bella copia: c’è solo l’atto della scrittura ed è irripetibile e in copia unica, come il tempo che viviamo. A volte bello, a volte bellissimo, a volte brutto e tutto sbagliato, altre volte l’unica soluzione è tirare delle righe sopra intere parole e cancellarle. E possiamo solo provare, con tutta la grazia di cui siamo capaci, a prenderlo come viene e cercare di aggiustarlo mentre lo scriviamo.

Buona la prima.
__
Sul suo e-shop online è possibile acquistare alcuni degli originali, delle stampe e anche t-shirt stampate (provate a resistere).

WASTED RITA è anche su facebook Instagram