Nara Yoshitomo

Sono certa che molti di voi conosceranno Nara Yoshitomo. Secondo forse solo a Murakami Takashi, è uno degli artisti nipponici più famosi all’estero.

Coloro che si sono innamorati dei buffi personaggi che popolano il suo immaginario, sempre al limite tra kawaii e grottesco, non possono perdersi questa novità, uscita nel Dicembre 2011: Yoshitomo Nara: The Complete Works.

In due preziosi volumi dalla copertina rigida, ciascuno da 400 pagine, sono contenute più di 4500 immagini di tutte le sue opere: dipinti, schizzi, sculture, fotografie, collaborazioni con altri artisti. Creato con la partecipazione dell’artista, quest’opera completa include alcuni testi da lui scritti, oltre ad alcuni commenti di artisti e scrittori del calibro di Yoshimoto Banana, Murakami Takashi, Sugito Hiroshi e Matsui Midori.

Nato nel 1959, Nara è certamente stato influenzato dall’iconografia dei manga della sua infanzia, nonché dalla cultura pop americana che negli anni Sessanta ha investito massicciamente il Giappone.

Ha iniziato ad emergere come esponente della cultura pop nipponica negli anni Novanta, cimentandosi in vari campi artistici, anche legati al mondo della musica. La musica punk rock è certamente un’altra delle sue fonti di ispirazione, che si sposa bene con il carattere ribelle e a volte violento dei suoi lavori (spesso l’immagine innocente del bambino viene abbinata ad un paio d’occhioni malefici o a armi).

Come il padre della pop-art, anche Nara Yoshitomo si è cimentato con la realizzazione di copertine di album: la più celebre è quella di “Happy Hour”, album del 1998 della band pop-punk tutta al femminile delle Shonen Knife. (angolo gossip: conoscete già le Shonen Knife? si dice che uno dei loro fan più celebri fosse Kurt Cobain, che avrebbe dichiarato in un’intervista: “When I finally got to see them live, I was transformed into a hysterical nine-year-old girl at a Beatles concert.”. I Nirvana invitarono le Shonen Knife ad essere il loro gruppo spalla nel tour britannico prima dell’uscita di Nevermind. Guardate il video di Banana Chips! Anche questo è di Nara)

Da Settembre 2012 a Aprile 2012 Nara tornerà in patria, esponendo le sue opere in una mostra personale al Museo di Yokohama.