Tōkyō: a Christmas to-do list

(prima parte)

Lo dico subito: i giapponesi in quanto ad atmosfera natalizia, non sono secondi a nessuno. O meglio, i 12,56 milioni di persone che risiedono nella capitale, non lo sono. Lucine ovunque, canti natalizi sparati a volume improbabile sempre, comunque ed ovunque, babbi natale luminescenti, commesse (s-)vestite da renne sexy, addobbi pacchianissimi: c’è tutto.

Certo, se il tipo di clima festivo che cercate è di tipo più tranquillo, raffinato, familiare e magari religioso, è meglio che cerchiate un’altra meta!

Mi rivolgo qui, con questa piccola lista di cose da fare e vedere, a quei pochi fortunati che hanno scelto il Giappone per le loro vacanze di Natale, o che progettano di farlo negli anni a venire, o che ci andranno solo con la fantasia.

* Il 23 Dicembre non è solo l’antivigilia, il momento prefestivo in cui affannarsi con gli ultimi preparativi: siamo già dentro la festa! È infatti il giorno del compleanno dell’imperatore (天皇誕生日 Tennō tanjōbi) Akihito, e quindi festa nazionale. La cosa bella è che,ogni anno per celebrare questa ricorrenza si spalancano le porte di quella parte dei giardini imperiali solitamente chiusa al pubblico, e tutti sono invitati ad entrare! Possibilmente con una bandierina in mano, da sventolare all’apparizione del festeggiato.

* D’inverno in Giappone il buio arriva prestissimo. Ma avendo ancora buona parte del pomeriggio a disposizione, ed essendo la temperatura esterna non propriamente tiepida, cosa c’è di meglio di una vista dall’alto sulla città illuminata, in un luogo chiuso e per di più culturalmente stimolante? Lasciate perdere la Tōkyō Tower, è il momento di visitare il Mori Museum, a mio parere il miglior museo di Tōkyō. Si trova all’interno dell’immenso complesso di Roppongi Hills, al cinquantatreesimo e cinquantaquattresimo piano, e propone sempre delle mostre originali e curatissime (per essere sempre aggiornati, tenete d’occhio il calendario). Al momento sta ospitando una mostra che farebbe impazzire gli appasionati di architettura: METABOLISM – The City Of The Future.

Con lo stesso biglietto potrete accedere al Tokyo City View, per una vista mozzafiato.

* Lo shopping qui è sacro. Normalmente è già l’attività più praticata di Tōkyō, figuriamoci sotto le feste. Se non soffrite di agorafobia mettetevi dei paraorecchie (scaldano e attutiscono la confusione) e gettatevi nella mischia… Omotesando, Harajuku, Ginza, Shibuya: c’è l’imbarazzo della scelta. Non dimenticate che il LOFT di Shibuya ha una vastissima scelta di adorabili cartoline da spedire per gli auguri di Shōgatsu (capodanno), mentre MUJI è semplicemente un must, vedere per credere: MUJI XMAS Market 2011