Ovvero patate sotto mentite spoglie.

Oggi vi proponiamo una ricetta versatile e “furba” che si presta a diventare antipasto o contorno. I waffel di patate sono facili da preparare e sono ottimi da soli ma anche accompagnati da salumi e affettati. Volendo si potranno sostituire le patate con la verdura che si ha a disposizione. Ottima alternativa sono le zucchine, ma anche le mele o le cipolle.

Ingredienti (per 7 waffel circa):

– 500 gr di patate

– 10 cucchiai di panna da cucina

– 3 cucchiai di parmigiano

– 60 gr di burro fuso

– 60 gr di farina 00

– sale, pepe bianco, noce moscata, rosmarino, timo

Grattugiare le patate ed unire panna e parmigiano. Aggiungere le uova ed il burro, la farina e gli aromi. A questo punto scaldare la piastra per i waffel versare su ogni piastra circa 5 cucchiai d’impasto. Cuocere per 5-7 minuti finchè il waffel non risulterà dorato da entrambi i lati.

Se non si ha a disposizione la piastra si potrà semplicemente usare una padella antiaderente leggermente unta di olio extra vergine e ben calda e girare il waffel da entrambi i lati per farli dorare uniformemente. Si potrà usare altri aromi al posto del rosmarino e del timo, come per esempio, prezzemolo o cumino.

Una piccola curiosità: si ritiene che il waffel o gaufre, per dirla alla francese, abbia origine nell’antica Grecia, dove è stato identificato  con le cialde chiamate “obleios”. Nel Medioevo i cuochi cucinavano frequentemente tortine chiamate gaufre, che in francese antico significa “nido d’ape” e le fonti suggeriscono che venissero consumate con il formaggio o con il miele.