Librerie belle a Londra.
“Se avessi tanti ma tanti soldi li userei per viaggiare” è una frase forse banale, quasi quanto “il mio uomo ideale è quello che sa farmi ridere” o “non è tanto il freddo quanto l’umidità”. Però è vera, per quanto mi riguarda.
Viaggiare fisicamente costa, ma è un’esperienza insostituibile. Tuttavia si può viaggiare a prezzi modici e senza muoversi: ad esempio leggendo, o più in generale aprendo la mente ad altri luoghi e dimensioni che non siano i nostri abituali.
Io adoro i libri. Ne adoro la fisicità. Ammiro e comprendo la praticità degli e-readers, eppure continuo ad avere una passione speciale per l’odore della carta, i dorsi allineati sugli scaffali, le librerie dove si sfoglia per scegliere, i commessi appassionati di letteratura.

Arrivo a Londra, e quando entro da Daunt Books, specializzata in letteratura di viaggio, è come partire di nuovo in mille direzioni. Gli scaffali suddivisi per continente e paese mi invitano ad immaginare spiagge assolate e ghiacciai perenni, isole sperdute e metropoli tentacolari. Sto bene qui, grazie. Aspiro l’odore del legno e appoggio la mano sulla tappezzeria vittoriana. Un giorno, magari, visiterò tutti questi posti. Intanto, compro qualcosa.

Se invece avete bambini o vi sentite bambini dentro, The Lion and the Unicorn a Richmond vi catapulterà nel mondo incantato di fiabe, racconti, illustrazioni, libri giocattolo, libri pop-up, libri da colorare, libri da ascoltare, libri da canticchiare.
Un viaggio di altro tipo, verso la dimensione dell’esoterismo e della magia, è quello proposto da Treadwell’s Books a Covent Garden. Wicca, tarocchi, rune, ma anche edizioni rare e libri usati. Magari scartabellando trovate un misterioso volume che vi trasporta di colpo a Fantàsia…
E poi, in mezzo alle parole silenziose dei libri, anche la musica si sente meglio.

Guarda il video delle Bookshop sessions…