Già da alcuni anni Cosebelle è al fianco di La Guarimba International Film Festival, appuntamento giunto alla V edizione. Con il passare del tempo, il claim “Riportare il cinema alla gente e la gente al cinema” è diventato molto più dello slogan da associare a una manifestazione dedicata principalmente ai linguaggi del cinema e dell’illustrazione, il cui epicentro è la città di Amantea, in Calabria. L’associazione omonima, di base proprio in una regione che continuiamo a osservare con interesse, si è fatta infatti promotrice anche di numerose altre iniziative, fondate sul principio “della cultura come un veicolo per promuovere valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità“. È sufficiente tenere d’occhio con continuità la pagina facebook di La Guarimba o il profilo del suo fondatore Giulio Vita – affiancato nell’avventura del Festival dalla “nostra” illustratrice Sara Fratini e da Nancy e El Tornillo De Klaus, collettivo spagnolo di artisti audiovisivi e critici cinematografici – per capire di cosa stiamo parlando, per cogliere lo spirito fondativo di tutti i progetti e, non da ultimo, per avere una testimonianza senza filtri delle difficoltà che spesso si incontrano nei processi di produzione culturale nel nostro Paese.

Per gli indios venezuelani il termine “guarimba” significa “posto sicuro”. Ed è anche per questa valenza simbolica, per la volontà di accogliere anziché edificare barriere che, di nuovo nel 2017, raccogliamo l’invito di Giulio, di Sara e tutte le persone coinvolte nell’organizzazione per estenderlo a tutti voi: dal 7 all’11 agosto, l’appuntamento è ad Amantea.

Artists for La Guarimba

Anche quest’anno il Festival si lega all’arte attraverso i lavori di 30 illustratori internazionali che si sono messi alla prova con la produzione di una locandina per l’evento. Tutti i lavori saranno esposti in una mostra, che intende omaggiare la tradizione delle locandine cinematografiche storiche: quando non erano prodotte su scala industriale, venivano realizzate a mano e ogni Paese aveva la propria versione a opera artisti e illustratori locali. Immancabile, come sempre, la scimmia!

I finalisti 2017 di La Guarimba International Film Festival

Sono stati 898 i cortometraggi, iscritti da tutto il mondo, sottoposti all’esame della giuria per la V edizione del Festival. “Con soddisfazione possiamo affermare che quest’anno tutti i continenti saranno presenti in competizione  – hanno precisato gli organizzatori – e sono tanti i film che avranno la première italiana in Calabria. Daremo vita a un appuntamento che esplora tutti i generi cinematografici senza alcuna barriera di sorta.” Ecco, per le categorie in concorso, le produzioni selezionate.

Categoria Fiction

  • “Bêlons” di El Mehdi Azzam (Marocco)
  • “Tapette” di Satya Dusaugey (Francia)
  • “Oh what a wonderful feeling” di François Jaros (Canada)
  • “Clan” di Stefanie Kolk (Paesi Bassi)
  • “Madre” di Simón Mesa Soto (Colombia)
  • “Import” di Ena Sendijarević (Bosnia)
  • “Limbo” di Konstantina Kotzamani (Grecia)
  • “A Casa Mia” di Mario Piredda (Italia)
  • “The Troubled Troubadour” di Forest Ian Etsler & Sébastien Simon (Corea del Sud)
  • “Apocalypse” di Justyna Mytnik (Polonia)
  • “Food For Thought” di Davide Gentile (UK)
  • “Fefe limbe” di Jilien Silloray (Guadalupa)
  • “Guillaume Drifting” di Sylvain Dieuaide (Francia)
  • “Forest of Echoes” di Luz Olivares Capelle (Austria)
  • “Changing gears” di Benjamin Vornehm (Germania)
  • “Whack” di Syni Pappa (Grecia)
  • “Perfect darkness” di Maaike Neuville (Belgio)
  • “Tarikat” di Jasmijn Schrofer (Turchia)
  • “One seat in the plane” di Khadidiatou Sow (Senegal)
  • “Home” di Daniel Mulloy (Kosovo)

Categoria Animazione

  • “The Full Story” di Daisy Jacobs & Chris Wilder (UK)
  • “Pussy” di Renata Gasiorowska (Polonia)
  • “Ivan’s need” di Manuela Leuenberger, Veronica L. Montaño & Lukas Sute (Svizzera)
  • “Superbia” di Luca Tóth (Ungheria)
  • “The Empty” di Dahee Jeong (Corea del Sud)
  • “Way of Giants” di Alois Di Leo (Brasile)
  • “The wrong end of the stick” di Terri Matthews (UK)
  • “Lupus” di Carlos Gomez Salamanca (Colombia)
  • “Tough” di Jennifer Zheng (Cina)
  • “To build a fire” di Fx Goby (Francia)
  • “Pokey Pokey” di Junjie Zhang (Cina)
  • “Winter Love” di Isabel Herguera (Spagna)
  • “Go to City Ele” di Wenyu Li (Cina)
  • “Wednesday with Goddard” di Nicolas Ménard (UK)
  • “Scent of Geranium” di Naghmeh Farzaneh (Iran)
  • “White Tunnel” di Chien lan-chi (Taiwan)
  • “Fired on Mars” di Nick Vokey & Nate Sherman (USA)
  • “Borrowed Time” di Lou Hamou-Lhadj & Andrew Coats (USA)
  • “The Absence of Eddy Table” di Rune Spaans (Norvegia)
  • “Broken” di Volker Schlecht & Alexander Lahl (Germania)

Categoria Documentario

  • “TAR” di Kenny Ozier-Lafontaine (Belgio)
  • “Paul & Werther” di Stefan Pavlovic (USA)
  • “Irregulars” di Fabio Palmieri (Italia)
  • “Moriom” di Mark Olexa & Francesca Scalisi (India)
  • “Commodity City” di Jessica Kingdon (Cina)
  • “Homeland” di Sam Peeters (Belgio)
  • “Something About Life” di Nebojša Slijepčević (Croazia)
  • “In the woods” di Thomas Horat & Corina Schwingruber Ilić (Svizzera)
  • “Bikini Words” di Nils Clauss (Corea del Sud)
  • “Atlante 1783” di Maria Giovanna Cicciari (Calabria, Italia)

Categoria videoclip

  • “Money Man / Put That On My Set” di Dexter Navy (UK) per A$AP Mob Crew
  • “Ghost” di Zuzanna Plisz (Polonia) per Mrozu
  • “Second Hand Lovers” di Oren Lavie (Israele) per Oren Lavie
  • “Dawn” di Simon Gesrel & Arnaud Viémont per Yeti Lane
  • “World Of Our Love” di Mike Greaney & Aaron McDonald (Australia) per Client Liaison

Categoria “La grotta dei piccoli” – in partnership con UNICEF Italia

Sono stati selezionati 40 cortometraggi di animazione per la seconda edizione di questo spazio dedicato ai bambini; la programmazione internazionale è curata da Alex Spagnolo. L’elenco completo dei finalisti è consultabile qui.

La Guarimba International Film Festival

Dove&Quando: Amantea, luoghi vari | Dal 7 all’11 agosto 2017
Contatti: laguarimba.com | info@laguarimba.com | +39 339 2086981 | Facebook | Twitter