food&cashmere

In questi giorni di passerelle, con annessi blogger e fotografi impazziti, abbiamo avuto l’ennesima conferma che le regole auree per far parte dell’Olimpo della moda sono solo e soltanto due: non mangiare ed avere un posto in front row alle sfilate più esclusive (?).

Detto questo, approfittiamo del momento di distrazione di quelli che, in tempi non sospetti, avevamo battezzato “piccoli mostri” per rifugiarci in un posticino (ok, dati i 200 mq forse è un posto, non un posticino!) dove si mangia pasta e fagioli, si legge, e si comprano vestiti ed accessori di nicchia: esiste, giuro!

L’ambiente è minimal e super moderno, a contrasto con tavoli e sedie in legno… per darvi un’idea della ricercatezza del locale: queste ultime, con tanto di porta breviario sul retro dello schienale, arrivano direttamente da una chiesetta inglese e, se vi piacciono, potete portarvele a casa (pagandole, ovviamente!).

Ma il vero bello di Verger, rispetto a tanti altri tentativi di locali ibridi, è che negozio di abbigliamento e bar/ristorante sono davvero una cosa sola: il che significa che potete provarvi tutto quello che vi piace anche dopo un aperitivo… con tanto di défilé al tavolo dei vostri amici, per avere un consiglio in presa diretta. Alla faccia della Fashion Week!

ISTRUZIONI PER L’USO:
. Al brunch della domenica, a costo di digiunare per il resto della giornata, non pensate
neanche lontanamente di rinunciare alla cheesecake;
. Nello stilare il vostro budget mensile tenete presente che da Verger per una cena vi bastano
circa 30 euro, ma per un vestito no;
. Segnate in agenda di passare di qui nei giorni del prossimo Salone del Mobile

SAVE THE PLACE:
www.verger.it
+39 02 86998276
via Varese 1
20121, Milano