Una ricetta cruelty free.

Se una volta vi proposi le polpette de ‘i babbo, piene di sugo e mascolinità, oggi andiamo su una ricetta diversa, decisamente diversa. Un po’ fricchettona, piena di amore e rispetto per il mondo animale, il genere umano e la sua pressione alta (arriverà il momento del gomasio e lì capirete).

Ingredienti:
200gr di ceci già lessati
400gr di zucca gialla
1 cipolla piccola
gomasio
un po’ di buccia di limone grattuggiata
pan grattato
sale, pepe, olio

In una padella con un po’ d’olio rosolate la cipolla e fate poi appassire la zucca. Scoperchiate la padella e fate in modo che la zucca, senza bruciare, assorba tutto il suo sugo. Sia bella compatta, insomma. In un contenitore stretto e lungo inserite la zucca con i ceci ben scolati, aggiungete una grattatina di buccia di limone, sale (poco) e pepe bianco e nero e frullate con il minipimer.

Formate delle polpette schiacciate che passerete in un mix di pangrattato e gomasio. Il gomasio è un condimento a base di sesamo tostato e sale che può essere usato sulle insalate o sui piatti freddi. Condisce, ma senza alzare la pressione (il rapporto è 95% sesamo 5% sale). Il sesamo inoltre ha calcio, zinco,  selenio, fosforo, potassio, magnesio e solo questo ci fa bene per le ossa, il sistema immunitario, i radicali liberi e se il mio sproloquio alla Rosanna Lambertucci non vi avesse convinto sappiate che il sesamo ha anche la vitamina T -che io non sapevo neanche esistesse- ma che è ottima per ricostituire le piastrine del sangue e l’emoglobina. Che ci facciamo co’ sto sesamo? Ci rotoliamo le polpette per dargli un po’ di crunch crunch e per aggiungere un retrogusto sfizioso (oltre che per salvarvi la vita, pare).

Disponete le polpettine su una placca e infornate per 15 minuti circa a 180° in modalità grill (sennò il crunch crunch non vi viene) aggiungendo un filino d’olio sopra ogni polpetta.

Note di regia: il composto già prima di essere frullato deve risultare asciutto, altrimenti più che polpette avrete una crema di ceci e zucca. Per addensarlo aggiungete del pangrattato (se è vegano le uova no, non possiamo proprio mettercele).