Sono un animale da platea.

Mi piace sedermi su sgabelli dondolanti, in palchetti ammuffiti, in gradinate scomode, per terra su dei cuscini. Mi piace l’attesa prima di uno spettacolo, il chiacchiericcio fitto di chi come me attende, mi piace il buio in sala prima dell’inizio, mi piace l’esitazione palpabile dello spettatore che non sa mai bene quando applaudire, se farlo, se farlo poco, se farlo piano.

Platea.Poltrone.Onda, Valerio artmobbing  www.flickr.com/photos/artmobbing/

Platea.Poltrone.Onda | Foto di Valerio artmobbing via flickr.com

Amo le compagnie di sperimentazione, quelle che parlano un linguaggio contemporaneo, amo gli spettacoli non convenzionali, quelli fatti con amore, con un senso, quelli che ti parlano col cuore in mano, quelli che smuovono le energie più assopite, quelli che ti scuotono senza ritegno, quelli che ti agitano fino al giorno dopo, quelli che vivi da solo, quelli che ti permettono di farli propri e tuoi soltanto.

Mi piace il teatro e mi piace raccontarlo.

Dato che siamo appena entrati nella stagione estiva vorrei segnalarvi quattro appuntamenti secondo me da non perdere! Sì perché l’andare a teatro d’estate è decisamente diverso. Diverso è il sapore della scena e la fruizione dello spettacolo, ci si accinge a frequentare platee all’aperto o in posti inusuali, lo sventolare agitato dei programmi di sala ti fa rimpiangere ogni tanto la frescura invernale, ma senza dubbio il panorama estivo è molto interessante proprio per il popolarsi di tanti e svariati festival che animano le piccole e grandi città, località poco frequentate e zone di montagna.

ROMA FRINGE FESTIVAL

Roma Fringe Festival

ROMA FRINGE FESTIVALFoto di Giulia Trasacco

Dove&Quando: Roma (Zona San Lorenzo), dal 7 giugno al 13 luglio 2014
Per: chi ama la Capitale, il teatro e rimanere a zonzo fino a tardi vedendo cose particolari

A Villa Mercede, in Via Tiburtina tutti i giorni a partire dalle 19.00 con mercatino vintage, eco e bio prende vita il Roma Fringe Festival, il Festival più grande della penisola con compagnie teatrali indipendenti che arrivano un po’ da tutto il mondo (non solo dall’Italia quindi, ma anche dagli Stati Uniti, Francia,  Belgio e Inghilterra); circa 100 gli spettacoli proposti. Un panorama variegato con un cartellone altrettanto vario di generi tra teatro canzone, commedia, dramma, teatro civile, danza e stand up comedy, tutto all’insegna della libertà e dell’indipendenza artistica, svincolando ogni settorialità e stile. Qui davvero ce n’è per tutti i gusti; nato dal desiderio di poter convogliare tanti generi differenti e compagnie che fanno fatica ad avere un loro palcoscenico, perché oscurate dalle grandi produzioni, il Fringe, nato circa tre anni fa, è diventato sin da subito un appuntamento importante per tutti gli appassionati di teatro, portando alla luce delle vere chicche, spettacoli da vedere e rivedere, compagnie da conoscere. Un panorama colorato, ricco, un’isola “felice” per i teatranti e non, che vogliono immergersi in qualcosa di alternativo e cosmopolita.

SANTARCANGELO FESTIVAL

Santarcangelo Festival

SANTARCANGELO FESTIVAL |  Foto via viaggi.nanopress.it

Dove&Quando: Santarcangelo Romagna (Rimini), dall’11 al 20 luglio 2014
Per: chi ama il mare, la Riviera Romagnola e vivere gli spazi aperti e le piazze.

Non posso non consigliare il Santarcangelo Festival, festival internazionale del teatro in piazza giunto alla sua quarantatreesima edizione. Il programma del festival è bello ricco, sia di nomi consolidati e di giovani compagnie che operano in panorama nazionale ma anche internazionale. Oltre al calendario fitto di spettacoli, dal pomeriggio fino alla sera, c’è anche la possibilità di partecipare a diversi laboratori, incontri e a chi piace fare le ore piccole, dopo la fine degli spettacoli, l’appuntamento è sempre al DopoFestival – uno dei pochi che regala delle pillole davvero inusuali – in Piazza Centrale.

DRODESERA FESTIVAL_2014_CosebelleMagazine

DRODESERA FESTIVAL 2014

Dove&Quando: Dro (Trento), dal 24 luglio al 2 agosto 2014
Per: chi ama i posti inusuali e ricchi di fascino.

Panorama decisamente diverso per chi si orienta verso il Trentino, quasi sulle sponde del Lago di Garda ma un po’ più in alto, nella località di Dro dove si nasconde, tra le montagne rocciose e i filari delle vigne, una imponente e maestosa Centrale Elettrica dismessa. In questo ambiente suggestivo ci si immerge nell’atmosfera di Drodesera Festival, arrivato alla sua trentacinquesima edizione che si intitola SKILLBUILDING. Ogni anno il Festival offre una tematica differente che mira a toccare le note più profonde della persona (spettatore e performer che sia); chi si addentra per la prima volta in questo “contenitore” potrà essere inizialmente spaesato, incerto, diffidente, ma poi, credetemi ne uscirà entusiasta e quasi quasi, quelle montagne li, non le vorrà lasciare. La Centrale con oltre 60 artisti e 21 prime nazionali, è un luogo in cui si costruisce e si mostrano le nuove capacità personali e collettive. Un programma che non solo ospita spettacoli ma anche installazioni e mostre; un bellissimo giardino accoglie lo spettatore appena arrivato o tra uno spettacolo e l’altro per rifocillarsi con deliziose cose da mangiare (solo esclusivamente tipiche del luogo!) tra una chiacchiera e una birretta, non vi pentirete di esserci andati!

OPERAESTATE FESTIVAL VENETO

Le Bolle Nardini

L’edificio BOLLE, progettato da M.Fuksas per l’azienda Nardini è una delle sedi di OPERAESTATE FESTIVAL VENETO | Foto di Cristina-Scatola Emozionale

Dove&Quando: Bassano del Grappa (Vicenza), da giugno a settembre 2014
Per: chi ama i paesi a ridosso delle montagne, storici, e il rumore dell’acqua.

Passando dal mare alle montagne l’ultima tappa, e segnalazione, è sulle sponde del Brenta, in quel di Bassano del Grappa all’OperaEstate Festival Veneto, il festival più grosso e interdisciplinare del Veneto, in quanto ospita spettacoli di danza, teatro contemporaneo, concerti, teatro classico, racchiudendo un bel mix di generi. Qui lo spettatore trova pane per i suoi denti. La peculiarità di questo festival è che fa base a Bassano (muovendosi su due punti di riferimento che sono il Garage Nardini e il Teatro Remondini, nonché le piazze e le Bolle Nardini), ma si snoda anche su ben altre 40 città palcoscenico che tra luglio e settembre ospitano numerosi spettacoli! Anche qui il dopofestival è d’obbligo e fa tappa al Color Cafè, vicino al teatro Remondini, lontani dal traffico, la giusta atmosfera disimpegnata per godersi la serata!

Datemi retta, fate una capatina a uno di questi festival e non rimarrete delusi: sia per chi ama il teatro, sia per chi è a digiuno e vuole avvicinarsi, l’estate è il periodo migliore per sperimentare! Buona visione!

__
Cristina osserva, ascolta e scrive. Alla soglia dei 33 anni la sua crisi d’identità  precipita ma la passione per il teatro la tiene ben radicata a terra, nutrendo lo spirito e la mente, il corpo invece si ciba di yoga facendo confluire spesso  questi due mondi, all’apparenza opposti. In Cosebelle Magazine vuole portare uno sguardo curioso sulle arti sceniche, una piccola finestra che si affaccia in questo panorama variegato cercando di raccontarlo. Questo è il suo primo articolo.