grafico

Continuiamo con la schiera di geniali svalvolati.

Ecco a voi Nicholas Feltron.

Graphic designer, newyorkese, fortissimo sulle infografiche (per Times, CNN, NYTimes, Esquire, e molti altri compreso Wired, lo Shangri-La degli infografici), dal 2005 ha deciso di mettersi a collezionare dati in maniera compulsiva tutti i giorni che Dio manda in terra, dati relativi a tutto ciò che fa, che gli capita, che vede sente ascolta mangia fotografa, dati che ogni anno, con incredibile pazienza (chiamiamola così) organizza in incredibili composizioni di grafici a barre, a torta, a candela, a linee, a cavallo, a pois, diagrammi, liste, mappe, percentuali e qualunque altro metodo vi venga in mente.

grafico

grafico

Dopodiché organizza l’impressionante risultato in poster o libretti che tutti possono sfogliare online o ordinare fisicamente, per potersi togliere lo sfizio di sapere quanti cetriolini negli hamburger ha trovato da marzo a maggio, esclusi quelli mangiati in Texas, tenendo conto dell’inflazione e del meteo, oppure i voti in storia e carpenteria di suo padre dal ’42 al ’44, per non parlare di quanti e quali dischi composti prima del ’77 sono stati ascoltati dalla sua ex moglie nel loro vecchio appartamento dopo l’inverno, ma prima delle idi di marzo.

grafico

Per chi desidera seguire il suo esempio, ha anche sviluppato il sito + app di life-tracking Daytum, nei quale potete annotare e creare dati e statistiche su qualunque aspetto della vostra vita vogliate registrare, dall’umore ai cappuccini, dai fidanzati ai chilometri sul tapis roulant.