© Pierre Jamet, The camper’s laugh, Belle-Île-en-Mer, 1937

© Pierre Jamet, The camper’s laugh, Belle-Île-en-Mer, 1937

Dal 1 luglio al 22 settembre è il momento giusto per passare da Arles (Francia) per uno dei Festival più importanti dedicati alla fotografia: Les Rencontres d’Arles. Per l’occorrenza, la cittadina romana si trasforma completamente, dalla chiesa gotica sconsacrata di Sainte Anne, all’ex ospedale Espace Van Gogh, fino ai capannoni industriali del Parc des Atelier. Troverete 50 mostre, eventi, libri, workshops e incontri con gli autori. Insomma il parco giochi del fotografo. Il tema di quest’anno è Black and White, sembra quasi anacronistico, ma è stato scelto proprio per una riflessione sul futuro del bianco e nero nell’era del digitale. Un consiglio: non perdetevi Elysium, il progetto delle fotografa polacca Marcela Paniak. Antiche carte de visite – fototessere della fine dell’800 spesso mandate per lettera all’innamorato, divennero popolarissime durante la guerra – ora scannerizzate e trasformate con l’aggiunta di fiori essiccati in ritratti surreali.

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 1

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 1

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 2

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 2

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 3

© Marcela Paniak, Elysium, 2013, # 3

Dove&Quando: Atelier de Mécanique, Parc des Ateliers c/o Les Rencontres d’Arles
Arles – Francia – dal 1 luglio al 22 settembre