John Baldessari
The Giacometti Variations

dal 29 ottobre al 26 dicembre 2010
Fondazione Prada,
via Fogazzaro 36, Milano
Tel. 02 54192230

Catalogo: Progetto Prada Arte a cura di Germano Celant (in pubblicazione)
Ultimi giorni per metter il naso dentro la Fondazione Prada e assistere alla sfilata immobile di John Baldessari che, per l’occasione, s’ improvvisa stilista e realizza una collezione  appositamente pensata per alcune modelle molto particolari: le sculture filiformi di Alberto Giacometti, che vengono riprodotte in resina, ma fuori scala, altissime e magrissime.

I look sono ispirati all’immaginario del cinema, dell’arte e della letteratura. Dal rogo della martire Giovanna d’Arco alle scarpette rosse di Dorothy nel “Mago di Oz”; dal fiocco in duchesse rosa acceso anni ’50, di Marylin Monroe, alla danzatrice di Edgard Degas; dalle trecce di Raperonzolo, al trench di Humphrey Bogart in “Casablanca”.
Diciotto look presentati a rotazione, dal 29 ottobre al 15 novembre, dal 16 novembre al 6 dicembre e dal 7 al 26 dicembre.

“Ho sempre voluto fare quadri e sculture alte. Sospetto perché io sono piuttosto alto… Ho avuto poche opportunità poiché la maggior parte delle gallerie hanno i muri la cui altezza rispecchia quella dei muri nelle case dei collezionisti. Il mio progetto per la Fondazione, è di allungare le sculture di Giacometti e vestirle (…) Inoltre è prassi, quasi rigore, che le modelle sono altissime e magre. E’ parodia? Non ne sono certo. Detesto categorie e definizioni… Non è questo ciò che fanno gli artisti? L’arte non nasce dall’arte? Quello che sto facendo è approfondire un’idea – che è il requisito di ogni buona arte.”

BIOGRAFIA
Nato nel 1931 a National City in California, John Baldessari è uno tra gli artisti più influenti della sua generazione, tra i protagonisti dell’arte concettuale americana.
I suoi lavori sono stati esposti in più di 200 mostre personali e in oltre 900 collettive in USA e in Europa. I suoi progetti includono libri d’artista, video, films, billboards e lavori pubblici. E’ membro onorario dell’American Academy of the Arts and Letters. Nel 2009 ha ricevuto il Leone d’oro alla carriera alla Biennale di Venezia.
I suoi progetti recenti includono mostre a NY, Madrid e a Los Angeles, tra cui la retrospettiva “Pure Beauty” alla Tate Modern a Londra.

LIBRI CONSIGLIATI

OUT OF PRINT
Nel vasto mondo dei libri d’artista queste due prime pubblicazioni sono sicuramente due perle rare e di conseguenza molto costose.

Ingres and Other Parables
Primo libro dell’artista che traccia un parallelo 10 fotografie e 10 testi in bianco e nero sotto forma di parabole sulla storia dell’arte e sull’ arte concettuale.

F.to 27×30,5 cm; 24 pp
BN; brossura. Testi: Ita, Eng, Fra, Ted.
Studio International Publications,
Londra, 1971

Choosing: Green Beans
Libro fotografico di sequenze di fagiolini.

F.to 29,5 x 20,5 cm, 28 pp.:
9 ill. COL; punto metallico
Edizioni Galleria Toselli, 1500 esemplari.
Milano 1972

E’ possibile reperire altre sue pubblicazioni qui.