Siete attirati dalle atmosfere rilassate dello stile boho-chic, con la sua filosofia del “mettere insieme (apparentemente) le prime cose che capitano”? Allo stesso tempo siete anche attratti come gazze ladre dagli accessori che luccicano e dai tessuti opulenti? Se altalenate tra le due estetiche, allora quello che più esprime la vostra personalità è lo stile boho-glam, un interessante mix tra lusso e leggerezza. Ecco come combinare due visioni del mondo opposte e dar vita a uno stile veramente allegro e originale.

Procuratevi una poltrona pavone!

Se c’è un oggetto che evoca subito gli anni Settanta è la poltrona pavone. Anche se, guardandola, è facile associarla a fanciulle hippy che strimpellano chitarre avvolte in svolazzanti vestiti a fiori… Questa sedia particolare, in realtà, è nata nelle regioni del sud-est asiatico nel XVII secolo. Dopo essere stata in voga a periodi alterni, ora la poltrona pavone sta tornando in auge. È perfetta se vi piace giocare con le dimensioni e se volete aggiungere un po’ di altezza a un ambiente dove prevalgono sedute basse.

At home with BRAVE BOUTIQUE

Accostate vimini e pelliccia di pecora

Che si parli di una classica poltrona pavone, di una poltrona pozzetto o di una poltrona tonda con le gambe a spillo, il vimini e il rattan danno un inequivocabile tocco molto bohémien, che ci fa subito fare un salto indietro negli anni Settanta. Da appoggiare su questi materiali, niente sarà più adatto di una pelle di pecora, con il suo aspetto vaporoso e, allo stesso tempo, il suo sapore un po’ rétro. Con questa combinazione andrete sul sicuro, dando vita a un raffinato insieme boho-glam.

Barcelona Loft

Non dimenticate il carrello bar

Questo elegante carrello per i drink è un inno al gusto boho-glam. Lo stile anni Cinquanta rientra nei canoni del gusto bohémien, mentre il colore – uno splendido oro – garantisce la presenza di una punta di glam. Bisogna soltanto addobbarlo con un favoloso shaker di primissima qualità, un set di meravigliosi bicchieri brillanti e delle belle bottiglie di liquore.

Lustre Living

Vade retro… coordinato!

Che siano lampade, sedie o tappeti – se possedete degli oggetti in coppia, abbinatene uno glam con uno boho. Un esempio: questo ingresso senza porte è molto informale, grazie al tappeto stampato a zebra (glam) e a quello a motivi geometrici (boho), che enfatizzano la differenza tra i due ambienti.

A colourful London home

Spazio alle piante

Per dare un immediato sapore bohémien al vostro ambiente, aggiungete qua e là delle piante. Scegliete ad esempio una bella specie a larghe foglie, come il filodendro, e regalerete subito forte personalità alla stanza. Se volete evocare un pizzico di nostalgia per gli anni Settanta, scegliete invece il fico del caucciù (Ficus elastica), piante grasse non molto bisognose di cure oppure una pianta ragno (clorofito), conservata in un vaso sospeso in macramé. In questo soggiorno, il carattere “selvatico” delle piante è bilanciato dall’eleganza del divano Chesterfield, dai cuscini luccicanti e dal tavolino con ripiano in marmo.

My Home

Protagonista: la luce

Ricordatevi che in un ambiente boho-glam l’illuminazione dovrebbe giocare un ruolo importante: mettete quanti più punti luce possibile ad attirare l’attenzione. Mixate una lampada da terra, un lampadario colorato e delle lampade da tavolo… ma fate attenzione: non devono avere niente in comune l’una con l’altra! Ornamenti vari, come frange e o decorazioni di perline, accentueranno l’effetto boho, mentre superfici metalliche e brillanti aggiungeranno il tocco glam.

Queens Park House

__
Le idee non finiscono qui: scoprine altre su Houzz
Articolo a cura di Karen Wilson