Avete presente quella Toscana da cartolina, con i filari di cipressi che si arrampicano sulle colline e le morbide alture che si rincorrono come onde verdissime in un mare sterminato?
In un certo senso siamo già stati tutti in Val d’Orcia, ecco perché è ancora più soprendente riscoprire questo pezzo del territorio senese da un punto di vista davvero inedito: a bordo di una vespa d’epoca.

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_03

In direzione dei cipressi di San Quirico, i più famosi al mondo

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_01

A Montepulciano per noleggiare una vespa d’epoca originale

A Montepulciano Vintage Tours noleggia vespe e lambrette originali degli anni Sessanta e Settanta, per scorazzare in totale libertà per i sentieri sinuosi di questo angolo delle Terre di Siena. A bordo di una vespa tutto sembra diverso: il paesaggio scorre lentamente, i profumi sono più intensi, ogni chilometro percorso è davvero gustato, guadagnato fino in fondo.

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_02

In vespa sulla strada per Pienza

Si può raggiungere Monticchiello, un borgo medievale perfettamente conservato, con tanto di mura e cassero, arroccato su un colle davvero panoramico, oppure arrivare fino a Pienza o a San Quirico d’Orcia, dove si trova una Collegiata che è un capolovoro di romanico e gotico fusi insieme, decorata con gargoyle e animali mitologici.

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_04

La Collegiata di San Quirico d’Orcia [Photo Credits: Jano De Cesare]

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_05

Le colline nei dintorni di Monticchiello [Photo Credits: Fulvio Varone]

Oltre ad affittare le vespe (e ad insegnare a guidarle!) Vintage Tours propone delle escursioni guidate: io di solito preferisco muovermi in solitaria, ma a volte solo affidandosi a chi vive e ama la propria terra si possono scoprire angoli totalmente inaspettati. Come la Quercia delle Checche, che si trova sulla strada per Bagno Vignoni: un gigantesco albero secolare con più di 400 anni, largo quattro metri e mezzo e alto ventidue, con una chioma foltissima e una foresta di rami intricati che arrivano a sfiorare il suolo.

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_06

La spettacolare Quercia delle Checche

Sdraiarsi per un picnic all’ombra delle fronde di questo monumento vivente è un richiamo irresistibile: toccare il suo fusto rugoso trasmette una pace profonda e un senso struggente di finitezza, la stessa vertigine che si prova di fronte a un cielo molto stellato. E non è difficile immaginare come mai secondo la leggenda la Quercia delle Checche (che in toscano sono le gazze) fosse considerata il luogo di raduno per i sabba delle streghe.

ToscanaNascosta_invespanelleterredisiena_Cosebelle_07

Picnic sotto la Quercia delle Checche

TOSCANA NASCOSTA è solo su Cosebelle Mag: qui!