Per stupire.

Di torte al cioccolato ne esistono infinite varianti ma questa è nel suo genere unica in quanto ha tra gli ingredienti principali la Guinness. Ma non solo! Infatti è la ricetta di una vera e propria guru in fatto di cucina, Nigella Lawson, e le sue ricette non deludono mai, tantomeno questa.

Ingredienti:

– 250 ml di Guinness

– 250 gr di burro

– 75 gr di cacao amaro in polvere

– 400 gr di zucchero

– 2 uova

– un cucchiaino di estratto di vaniglia (o una bustina di vanillina)

– 275 gr di farina 00

– 2 cucchiaini di bicarbonato

– 140 ml di latticello (latte e limone)

Iniziamo subito col preparare il latticello. In una tazza uniamo al latte qualche goccia di succo di limone e lasciamo riposare per 10 minuti il tutto. In una pantola capiente mettiamo la birra e il burro tagliato a pezzetti. Facciamo sciogliere il burro a fiamma bassa e togliamo dal fuoco.

Sbattiamo le uova con il latticello e l’estratto di vaniglia e lo incorporiamo velocemente al composto a base di birra. Setacciamo il cacao amaro con lo zucchero e lo uniamo al composto con le fruste elettriche. Infine uniamo la farina unita al bicarbonato.

Lavoriamo il tutto in modo veloce eliminando eventuali grumi. Ungiamo e infariniamo uno stampo a cerniera e versiamoci dentro l’impasto. Lo lasceremo cuocere a per 45-55 minuti a 180° verificando la cottura con uno stuzzicadenti. Una volta cotta la torta la lasceremo raffreddare completamente la torta e intanto andremo a preparare la farcia.

Ingredienti per la farcia:

– 300 gr di philadelphia

– 150 gr di zucchero a velo

– 125 ml di panna da montare

Lavoriamo con le fruste il philadelphia fino ad ottenere un composto liscio. Uniamo lo zucchero a velo sempre mescolando.

Infine montiamo la panna e l’aggiungiamo al philadelphia. Splamiamo la crema sopra la torta in modo non uniforme aiutandoci con un cucchiaio come a voler riprodurre la schiuma della birra.

Lasciamo riposare la torta in frigo per almeno un’ora prima di servirla.


Lasciamo riposare la torta in frigo per almeno un’ora prima di servirla.