Cosebelle_Torino_Low_Cost_00

C’è chi immagina utopiche inversioni di leggi cosmiche, e chi se ne frega dello spread dando vita ad una rete di economia alternativa. Quella che non ha bisogno dei mutui, dei tassi agevolati, dei versamenti dell’Iva e di tutte quelle altre belle trappoline create ad arte. In questo mondo quasi parallelo e bello si inserisce alla perfezione un posto come il Santa Margò, un grazioso locale torinese in cui il baratto è di casa. L’idea iniziale è stata dell’architetto Eleonora Grandi che da vera appassionata di vintage ha creato una Collezione Privata selezionando capi chic a prezzi davvero convenienti; ultimamente, invece, il baratto al Margò lo stanno seguendo le costumiste di On Stage che il primo e il terzo mercoledì del mese, dalle 19:00 in poi, organizzano divertentissimi swap party – dandoci così la possibilità di rinnovare l’armadio a costo zero. Dalle 19 alle 21 c’è la raccolta abiti e poi parte il baratto.

SWAP PARTY @ SANTA MARGO':

SWAP PARTY @ SANTA MARGO’ | Foto On Stage

Il Santa Margò è una perla nel quartiere San Salvario. In questa zona della città è stato attuato da tempo un virtuoso processo di gentrificazione che ne ha fatto un buon esempio di convivenza multietnica. Leggevo sul magazine locale che per alcuni c’è anche l’ambizione di eleggere San Salvario a primo ecoquartiere d’Italia. Non so se sia il primo e non so nemmeno se sia davvero eco, fatto sta che la bellezza va insegnata ed è contagiosa. Al Santa Margò, la bellezza è la sua atmosfera e quella dell’abbondantissimo buffet vegetariano, che  forse non salverà il mondo ma di sicuro vi regalerà momenti di vero piacere.

Cosebelle_Torino_Low_Cost_Santa_Margò_02

Aperitivi super-buoni, eventi, musica live, corsi di cucina e incontri per appassionati delle biciclette che un giorno alla settimana si trovano per scambiarsi ricambi, consigli e per passare piacevoli momenti insieme. Alla faccia della crisi.

LA CRISE PASSERA' - Foto: Francesco Ricco

LA CRISE PASSERA | Foto: Francesco Ricco

Ma se nel barattare non trovate quello che fa per voi e cercate soluzioni economiche senza rinunciare alla bellezza, non perdetevi l’aperitivo bio con presentazione della guida Torino low cost, al Caffè della Caduta, giovedì 23 maggio alle 19,30.

Cosebelle_Torino_Low_Cost

E’ possibile fare shopping di qualità spendendo meno di 5 euro?
Da squattrinata ma instancabile frequentatrice di mercatini di ogni ordine e grado mi sono portata a casa una t-shirt vintage a righe rosse in puro cotone firmata Cathy Daniels e uno smalto nuovo, rouge gypsy n°3, di Guerlain. Udite udite: T-shirt pagata 1 euro e smalto 3,50; il tutto in un negozio della catena ilmercatino.it. E se poi, presi dall’entusiasmo dei propri acquisti, si ha anche l’ardire di farsi fotografare nel garage di casa, allora è garantito: non esiste crisi che ci possa fermare!

Foto: Kelly

MARINIERE – Foto: Kelly Carelli