Light Loom, Milano 2011

Lo studio Torafu Architects basa il suo lavoro su un approccio che combina un’analisi razionale della tematica progettuale con la creatività, intesa come capacità di sviluppare soluzioni realmente applicabili e fondate sulle esigenze degli utenti. Insomma, la progettazione fine a sè stessa non sembra essere materia interessante per questo duo giapponese che ha iniziato la propria attività nel 2004: da allora Koichi Suzuno e Shinya Kamuro si sono cimentati con successo in svariati campi progettuali come l’architettura, il design di interni per spazi commerciali, la progettazione di mostre, il disegno industriale, la realizzazione di cortometraggi. Molti ricorderanno la suggestiva installazione Light Loom realizzata per Canon a Milano, durante il Salone del Mobile 2011, con cui lo studio Torafu Architects si è aggiudicato l’Elita Design Award.

House in Kitaoji, Kyoto 2011

AA Stool, 2012

Tra i progetti più recenti e interessanti c’è sicuramente AA Stool, frutto della collaborazione con l’Ishinomaki Laboratory: un collettivo di architetti e designer il cui obiettivo è creare oggetti pensati per la comunità locale, con lo scopo di abilitare e stimolare la costruzione di relazioni all’interno del tessuto sociale.

AA Stool, 2012

AA Stool è un semplice sgabello realizzato con moduli di legno, le  cui gambe presentano un taglio diagonale ad entrambe le estremità. La combinazione dei moduli permette allo sgabello di rimanere in equilibrio e al tempo stesso crea il supporto per la seduta. Un set è composto da due sgabelli che possono essere integrati per creare una singola unità o rimanere separati per generare due differenti sedute che ben si prestano per soste brevi in piccoli spazi. Accostando gli sgabelli si ottiene rapidamente una seduta più ampia, mantenendo sempre un volume di ingombro molto compatto.

AA Stool, 2012

AA Stool, 2012

L’altezza del sedile è leggermente  superiore a quella normale in modo da agevolare una postura corretta e relativamente comoda, una caratteristica che rende AA Stool una soluzione interessante per coloro che prediligono lo sgabello anche per attività di lunga durata. Visto lateralmente AA Stool sembra disegnare la lettera ‘A’, mentre la sua impilabilatà e la possibilità di accostarlo per generare lunghe sedute lascia spazio a molteplici applicazioni nella progettazione di spazi pubblici e privati.

Photo credits: Fuminari Yoshitsugu | Torafu su Cosebelle anche con il progetto SKYDESK