Natale a Londra.
Cos’è il Natale se non la ricorrenza di una nascita molto speciale? Ovvero, una cosa nuova che si ripete ogni anno. Ovvero, tradizione e novità insieme. Proprio come l’Inghilterra, proprio come Londra: tè e monarchia in una mano, avanguardia e rock’n’roll nell’altra.

Il Natale a Londra ci sta benissimo proprio per questo. Col freddo e magari la neve, le vetrine illuminate, le luci, le piste di pattinaggio, i mercatini, e un bicchiere di mulled wine.

Se cercate la tradizione, la troverete negli abeti decorati…

…nelle gallerie di negozi infiocchettati…

…nelle ghirlande di vischio, pigne ed agrifoglio…

…nelle vetrine di Harrod’s.

Antidoto a troppo zucchero? Ecco l’altra faccia, quella moderna e postmoderna. Le sculture -palle di neve della Saatchi Gallery…

…il blu dipinto di blu tra i vetri degli uffici…

…o le luci pop-cubiste di Spitafields market.

E per finire, la summa di tutto quello che il Natale a Londra rappresenta: l’albero di Lego alla stazione di St. Pancras’. Un albero (tradizione), ma fatto di plastica (modernità), anzi di pezzettini di Lego (gioco). Perché gli inglesi avranno pure costruito un impero, e saranno pure rispettosi e rigidi fino all’inflessibilità, ma sotto sotto restano sempre dei bambini. Buon Natale (andato).