Alabamamonroe_Cosebelle_01

Quando si spezza un cerchio, non importa con quanto amore il nodo sia stato fatto, nè quanto fosse stretto, improvvisamente i legacci si sfilacciano da tutte le parti e a corrergli dietro per prenderli, intrecciarli, si fa doppia fatica, perchè ecco che tieni un capo in una mano e ti scappa l’altro, e poi all’ultimo, pure i nervi cedono e tutto va al collasso.

Alabamamonroe_Cosebelle_02

Alabamamonroe_Cosebelle_03

The Broken Circle Breakdown – nelle sale italiane ribattezzato Alabama Monroe – racconta proprio questo, il collasso, l’implosione di una storia d’amore a causa della rottura di un cerchio perfetto, fatto di minuscoli ma fondamentali equilibri. Il regista belga Felix Van Groeningen racconta di Elise e Didier, due schegge impazzite emarginate dal Belgio serioso e distratto, un pezzo d’America nel freddo cuore d’Europa.

Alabamamonroe_Cosebelle_04

Alabamamonroe_Cosebelle_05

Lei è una pin un col corpo ricoperto di tatuaggi, anarchica e bionda e sorridente e libera come un cavallo selvaggio. Sul corpo, strato su strato ha raccolto ogni storia d’amore. Ma poichè niente dura per sempre, il suo corpo è una vecchia tela, un nome d’uomo diventa una rosa, un altro oggi è un’ancora, domani chissà. Didier è un cowboy che vive da solo, in una roulotte, tra cani e galline. Ama il suo mandolino, il bluegrass e l’America. Non ha tatuaggi perchè pure lui lo sa bene, che niente dura per sempre.

Alabamamonroe_Cosebelle_06

Alabamamonroe_Cosebelle_07

Eppure, in un attimo, eccola la felicità. Il loro incontro, i baci, i balli, le canzoni, la promessa di qualcosa che resiste, che sopravvive al declinare triste degli eventi e non conosce la fine. E’ l’amore? E’ l’amore che dura per sempre e ti fa fare anche quello che non credevi di fare, un figlio ad esempio, qualcosa di vivo che è corpo e spirito e amore. Un figlio sì che è per sempre, finchè non s’ammala e cade, finchè non s’ammala e muore.

Alabamamonroe_Cosebelle_08

Ecco Elise, avevi ragione tu: “Lo sapevo. In effetti l’ho sempre saputo. Che era troppo bello, che non poteva durare… che la vita non è così. La vita non è generosa. Non puoi mai amare. Non puoi mai affezionarti. La vita non te lo permette. Ti strappa tutto dalle mani. Tutto!E non fa che riderti in faccia… e ti tradisce.” Sì Elise, ecco che il cerchio si spezza e tu che fai bevi, che fai per alzarti dal letto? E tu Didier che ti consoli dando la colpa a Dio o alla Scienza che poi è lo stesso, no? E’ lo stesso.

Alabamamonroe_Cosebelle_09

Che male vedere che non basta l’amore che presto diventa soltanto un ricordo dolcissimo, un sogno e chi sono quei due che sogniamo, che oggi ci somigliano appena, che dissero occhi negli occhi, mani nelle mani “Nella gioia e nel dolore, in salute e in malattia, finchè morte non ci separi”. Chissà se la morte poi ci separa davvero o forse ci rende soltanto diversi, resuscitati in altri nomi, Elise e Didier, Alabama e Monroe.

Alabamamonroe_Cosebelle_10

Rimane su tutto la musica, una colonna sonora magistrale, le voci d’agonia e speranza che cantano scena per scena l’amore perduto e l’amore ritrovato.