Armi e bagagli sì, ma organizzati ad arte.

E così è arrivata l’estate. I ventilatori girano all’impazzata, metà dei miei amici sono abbrustoliti dal sole (l’altra metà, quella fortunata, sfoggia un colorito bruno decisamente invidiabile) e i pensieri volano veloci dalla finestra dell’ufficio fino al mare, alle ferie, alle vacanze, alle partenze.

Si avvicina il momento fatidico in cui apriremo la valigia, svuoteremo i cassetti e, disponendo abiti e accessori sul letto come novelli American Gigolo’, passeremo alla delicata fase (spesso inframezzata da telefonate assurde e di puro panico con le amiche) della scelta dei vestiti da portare in vacanza.

Noi donne, si sa, non riusciamo ad essere selettive; inevitabile, quindi, che al momento di chiudere la valigia scoppi la tragggedia: Le cinghie non si chiudono, il bagaglio sputa fuori calzini e lacci di scarpe, la cerniera non vuole saperne di fare il suo dovere e il telefono è inspiegabilmente finito sotto tutta la fila di vestiti.

Per tutti quelli, qui tra noi, che non sono campioni di tetris o manager giapponesi, c’è però una buona notizia: per fortuna qualcuno ha pensato anche a noi, risparmiandoci l’ennesimo tentativo di chiudere il trolley facendoci sedere sopra mezza famiglia, e permettendoci addirittura di arrivare a destinazione con tutti i vestiti ancora perfettamente ben stirati e ordinati.

Ecco, allora, il mini-sito di Louis Vuitton, The Art of Packing: un tutorial divertente, interattivo ed utile che insegna a fare la valigia. Le istruzioni ci spiegano come disporre gli elementi in vari tipi di bagaglio, ma anche come piegarli nel modo corretto, con tanto di prova pratica virtuale.

Certo, sarà difficile replicare esattamente quel che vediamo nel sito, ma se anche non riuscirò ad avere tutti i valigioni e gli accessori di Louis Vuitton, pazienza: io mi accontenterei più che volentieri di queste stupende camicette di carta, realizzate da Chameleon per le vetrine del famoso brand.

Buon viaggio!