Un uomo, una donna. Noah e Alison. Lui insegnante di scuola a New York e scrittore impegnato nella scrittura del secondo romanzo, lei cameriera in una tavola calda negli Hamptons. Noah è un marito modello e padre affettuoso di quattro figli, Alison è sposata con il possessivo Cole. Nello sguardo di lei la malinconia e l’inquietudine di chi ha subito un trauma insormontabile… Un giorno d’estate, Noah e Alison si incontrano fatalmente nel diner dove lei lavora. Fra i due scatta immediatamente un’attrazione incontrollabile, che li porterà a tradire i rispettivi compagni e a ridefinire le loro esistenze.

the-affair-evidenza

The Affair è la nuova serie in onda su Showtime che, come suggerisce il titolo, racconta un “affair” ovvero una relazione sentimentale, in questo caso extraconiugale. Che noia, direte voi. E invece no. Come sempre quello che conta al cinema e in televisione non è cosa si racconta, ma come lo si fa. La particolarità di The Affair risiede, infatti, nel modo in cui gli autori hanno deciso di  strutturare il racconto e svelare a poco a poco l’intreccio. Ogni episodio è diviso esattamente a metà, ovvero gli stessi avvenimenti sono descritti prima dal punto di vista di Noah e poi da quello di Alison (una regola che verrà interrotta nel quarto episodio, ma non voglio dirvi di più….). La cosa davvero interessante è che le due versioni non coincidono mai e che la storia di The Affair è effettivamente raccontata dai due protagonisti, durante un interrogatorio con la polizia, anni dopo gli eventi accaduti.

Courtesy of Showtime

Courtesy of Showtime

Questa ulteriore scelta narrativa, che ricorda indubbiamente quella di True Detective (anche se in quel caso le versioni di Rust e Cole erano uguali), rende ancora più intrigante il tutto: la relazione fra Alison e Noah pare essere indissolubilmente legata a un misterioso omicidio… Chi è la vittima? Chi mente fra Noah e Alison? Forse lui, forse lei, oppure entrambi o nessuno. La stessa Sarah Treem, autrice di The Affair, ha dichiarato che “Tutte e due le versioni sono vere, e nessuna lo è”, poiché i ricordi umani sono strettamente influenzati dal nostro punto di vista, e il passare del tempo contribuisce a confonderli, scolorirli, modificarli … La realtà è che non esiste mai una verità assoluta.

theaffair2

Ancora una volta Showtime ci regala una serie di altissima qualità, un drama dalle tinte noir, che funziona alla perfezione per merito di una sceneggiatura che riesce a manipolare gli stereotipi del genere e a parlare delle debolezze umane con una folgorante sensibilità. Come non menzionare poi la splendida opening song di Fiona Apple, composta appositamente per l’occasione, o la messa in scena, i paesaggi di Long Island, e il cast che vede gli intensi e affiatati Ruth Wilson e Dominic West nei ruoli principali, e Maura Tierney (Abby di E.R) e Joshua Jackson (il Pacey di Dawson Creek) in quello dei loro compagni. Se avete voglia di iniziare una nuova serie tv, questa è quella che fa per voi!