Is the new black.

Comunicato del fronte liberazione dai colori classici.

Ogni casa cosmetica ha la sua gamma di colori base alla quale non si scampa, soprattutto se non si è propriamente delle artiste del make up e si vuole andare sul sicuro.

Il successo più clamoroso delle ultime collezioni è il taupe, un tortora che vira al fango, che a sua volta è un marrone, ma anche un grigio. Sotto certe luci siamo quasi sul caffelatte, sotto altre grigio topo, insomma il taupe è il taupe.

Tutto ebbe inizio con il mitologico ombretto Satin Taupe della Mac e a cascata son venuti tutti i dupe del caso, a partire da quelli low cost della palette nude di Zoeva, fino ad arrivare ai 122 e 124 della Kiko.

Negli smalti la lotta è stata più dura: nella primavera 2010 è uscito il celeberrimo Particuliere, subito terra di conquista delle più accanite fashion victim.

Questo tortora, poi, ha funzionato ed è diventato talmente chic che, incontestabilmente, sta bene su tutte le carnagioni ed è stato duplicato da ogni marca.

Per non farsi trovare impreparate cercate i due OPI Over the taupe e You don’t know Jacques, ma per chi non ha voglia di armarsi per la caccia grossa di due OPI oramai fuori produzione, Kiko vi viene incontro: nuova collezione di smalti e subito 5 tonalità di taupe servite su un piatto d’argento.

La scelta, allora è solo fra l’accezione taupe e tortora. Che animale preferite?