Una vita sottosopra

Amo la Francia e ho un’ammirazione per la cucina e soprattutto i dolci francesi, talmente grande che appena posso scappo a Parigi e  sulla pelle ne porto sempre un pezzetto con me.

Circa un mese fa mi sono imbattuta nella versione salata di uno dei miei dolci preferiti, la tarte tatin ai pomodori, e non potevo non provare a farla. E’ una versione un pò diversa dal solito infatti ho usato la pasta brisè, e come ben si sa la tarte tatin è fatta con una speciale versione della pasta sfoglia.

Ingredienti:

(Lo so, non ho mai i pesi precisi degli ingredienti, ma cucino ad occhio e sperimento)

1 confezione di pasta brisè rotonda

Q.b. pomodori ciliegino maturi

Q.b. sale e pepe

Mezzo cucchiaio di miele

Q.b. olio d’oliva

1 rosso d’uovo

Parto la spiegazione delle ricetta svelandovi un trucchetto. Nel mio forno le pentole col manico non possono entrare e purtroppo non possiedo pentole senza manico, quindi scaldo i pomodori in una padella e poi li verso in una teglia rotonda precedentemente riscaldata in forno.

Procediamo partendo dall’inizio.

Scaldare per 5/10 minuti a fuoco alto i pomodorini precedentemente lavati con olio, sale, pepe e mezzo cucchiaio scarso di miele.

Versare il composto in una teglia rotonda, srotolarci sopra la pasta brisè sigillando bene i bordi in modo da non far fuori uscire il succo dei pomodori. Spennellare la superficie della torta con il rosso di un uovo ed infornare a 180 gradi fino a che la superficie non sarà dorata.

Lasciar raffreddare la torta, rimuovere il succo dei pomodori se fuoriuscito ed infine capovolgere su un piatto da portata.