Il nuovo album dei dEUS

Spesso il modo più facile per capire una persona è indagare nei suoi gusti musicali. Per capire una città a volte serve ascoltare i “suoi” cantanti. La scena musicale di Anversa nonostante le limitate dimensioni non è da sottovalutare, soprattutto per la scena indie- rock più sperimentale e strumentale. All’inizio degli anni Novanta la città viveva il momento di maggior sviluppo musicale, nuove band nascono e si trasformano nel giro di pochissimo tempo e chiunque sappia suonare uno strumento ha la possibilità di salire su un palco e farsi notare. Purtroppo molte band minori rimangono chiuse nel circolo nazionale, mentre altre hanno più fortuna come nel caso dei dEUS, diventata la prima indie band belga ad aver firmato un contratto con una major internazionale; definiti la “risposta europea al dominio anglosassone sotto il cielo del pop rock”.

“Keep You Close” è il loro sesto lavoro, dopo il primo disco “Worst Case Scenario” che li portò al successo nel 1994.

In continua sperimentazione nel miscelare suoni provenienti dal rock, dal punk e dal jazz, in quest’ultimo album la band ha ricercato un maggiore equilibrio melodico che ha portato ad un’ impronta più intima nel loro lavoro, in merito anche ad aver sviluppato la maggior parte dei pezzi insieme a tutti i membri del gruppo.

Formatisi ad Anversa, dal 2008 hanno fondato nella loro città natale anche il loro studio di registrazione.

Il disco è disponibile nei negozi da Ottobre, in Belgio ha già ottenuto il disco d’oro per 10 mila copie vendute nel primo giorno. Intanto la band sta proseguendo il proprio tour europeo, per tutte le date visitate il loro sito, o my space, dove poter ascoltare anche le ultime tracce.