Profondamente, irrimediabilmente materialista dall’acquisto impulsivo sulla scia dell’hype di un post, una foto, un sito addocchiati più o meno distrattamente. Vivo profondi momenti di sensi di colpa in cui nemmeno la più vecchia delle giustificazioni – mi serviva! non ce l’avevo! – riesce a curare i postumi di questa sbronza di oggetti.

Ho una Wish List che spazia dagli oggetti per la casa (che possono sembrare sempre utilissimi ma che, sotto sotto nascondono un velo di inutilità pari alla centesima sciarpa) alle tshirt, dalle lenzuola alle scarpe, fino ai prodotti per i capelli. Ho deciso di condividerne una parte con voi, per darvi ispirazione – qualora vi servisse – nel richiedere il perfetto Xmas Gift ma anche per farlo.

1. Ho iniziato la mia avventura su Cosebelle presentando Hudson e ancora non mi è passata la cotta per questo marchio. Al primo posto quindi non posso che mettere un paio di slippers e ho scelto le Bolero Tan.

2. Ne abbiamo parlato poche settimane fa ma è un pezzo che guardo il sito EverMade cercando di decidere se spendere 75£ (o 130£, dipende dalla misura) per l’acquisto della mappa di Londra disegnata da Jenni Sparks . Quando ci penso sù per così tanto tempo c’è un’unica soluzione al problema del To buy or not to buy: riceverlo in regalo.

3. Nella mia famiglia nessuno capisce come faccio a bere ogni sera anche due o tre tazze di the, tisane o infusi. Per me è un gesto indispensabile per il quale mi mancano solo i giusti “attrezzi”: dopo aver provato per un anno a vivere senza ed essere tornata a riscaldare l’acqua nel classico pentolino, credo sia arrivato il momento di scartare un bel bollitore la mattina di Natale. Mamma, questo è per te. Dato che ci sei oltre al bollitore Bodum (il colore della foto è perfetto) mi fai trovare anche il tea bag infuser ?

4. Un wall sticker di Le pre d’eau. Quale preferisco? Impossibile decidere, ce ne sono talmente tanti e talmente belli che vorrei avere una casa immensa con grandi pareti da pasticciare. Se volete regalare o farvi regalare uno sticker guardate anche quelli di Hu2Design.

Cover: Elenia Beretta