spam_cosebelle_00
Si chiama Spam, ma è una cosa bella: è il progetto di Elliott Burford che prende in giro l’oggetto delle mail-spazzatura, trovando un senso completamente diverso alle parole equivoche e trasformandolo dunque nel titolo di una divertente vignetta.

spam_cosebelle_01spam_cosebelle_08spam_cosebelle_07
Ed ecco quindi che “mostrare la passione” si trasforma nell’esibire la collezione di francobolli, le “dimensioni” si rivelano una questione di chili in più e le “vittorie a letto” diventano solo un’innocente partita con la Playstation tra le lenzuola.

spam_cosebelle_06 spam_cosebelle_05spam_cosebelle_04

Questo grafico e designer australiano, del resto, ci piace un sacco (ne avevamo parlato anche qui e qui) e Spam, lavoro non recentissimo ma ancora perfettamente attuale, non solo è molto divertente da riscoprire, ma offre anche un ottimo riassunto di ciò che si può trovare un po’ in tutti i progetti di Elliott Burford — irriverenza, lateralità, humor, oltre a una ricorrente, curiosa ricerca sulle differenze tra ciò che è scritto e ciò che è rappresentato.
spam_cosebelle_03 spam_cosebelle_02
Siete pronti a vedere con un occhio totalmente nuovo le parole che costellano i vostri cestini virtuali? Avete voglia di comprare gadget impertinenti? Allora siete nel mood perfetto per Spam e, in generale, per i progetti di Elliott Burford. Buon divertimento!