Ho sempre simpatizzato con tutti quelli con le idee non troppo chiare sul futuro, con gli indecisi, con i confusi, con mille idee e in apparenza mai una buona, con tutti quelli che non si rispecchiano nelle occupazioni tradizionali e vanno in crisi.
Queste persone, anche se ancora non lo sanno, sono straordinarie: in loro risiedono una tale passione e lungimiranza, un tale coraggio e slancio che molto spesso spaventano. E poi amo tutte quelli che riescono a convogliare tutta questa confusione di pensieri e riflessioni in un’idea, magari apparentemente strana e fuori dal coro, ma che è il loro modo personale per esprimere la propria passione. E molte volte si fanno anche capire.
L’audacia reca in sè genialità , magia e forza. Comincia ora.” Consiglia Goethe.

Oggi voglio raccontarvi la storia di Claudia e di SOTTOSOPRA33 uno dei negozi di “vintage contemporaneo” più interessanti, curati, convincenti e appassionati che io abbia mai visto. Claudia è stata una di quelle persone indecise in partenza a cui è servita solo l’occasione giusta per dar vita a tutto questo.

Claudia ha sempre amato,acquistato e indossato capi e accessori vintage: “Mi piacevano, mi ci riconoscevano ed in più erano economici, che per una studentessa non è certo da sottovalutare” racconta.
Un giorno un’amica le ha proposto di organizzare una vendita di questi abiti in una associazione culturale, e da qui la scintilla: “Ho venduto un pantalone anni 80‘” , mi dice ridendo. Da allora non si è mai più fermata, passando da mercatini a fiere fino ad arrivare al suo “Sottosopra 33”. Un esperimento ben riuscito, un salto nel buio con atterraggio morbido, un luogo dall’atmosfera magica e surreale che potrebbe benissimo trovarsi in qualsiasi grande metropoli internazionale, un sogno dal quale non ti vorresti mai svegliare. Tutto questo condito dall’eleganza e dalla grazia di una ragazza assolutamente d’altri tempi.

claudia
Mi affascina il pensiero che tutto quello che c’è ora è stato ripreso dal passato“, mi dice. E io non potrei essere più d’accordo. Ancora incredula mi racconta che l’attrice francese Fanny Ardant, a Verona per un suo spettacolo, si è innamorata di questo abito in vetrina:

fanny1

E ci ha tenuto molto ad indossarlo!

sottosopra33_Cosebelle_13sottosopra33_Cosebelle_14
Ancora adesso non mi sembra vero, ma questi avvenimenti sono per me come segni che mi fanno capire di aver preso la direzione giusta“. Molti altri sono i progetti in cantiere come “Remake 33“, la riproduzione di modelli d’epoca con tessuti vintage e non, tutto questo sta avvenendo, come racconta Claudia: “Piano, piano...” come se volesse gustarsi ogni singolo momento di questa straordinaria avventura.

Sono sempre più convinta che se solo osassimo provare a vivere le sensazioni ed emozioni che la vita ci presenta sul nostro cammino, esse ci porterebbero dritto dritto ai nostri sogni perchè il caso non esiste, il caso siamo noi. “Più tardi si capisce che la vera vita è determinata dall’interno; per quanto il cammino sembri deviare dai nostri desideri in modo bizzarro e assurdo, esso finisce per condurci sempre alla nostra meta invisibile.” Stefan Zweig

Ben fatto Claudia.

sottosopra33_Cosebelle_15

Sottosopra 33

Dove&Quando: Verona, Via Scrimiari 3A. Dal mart. al sab. 10.oo-12.30/15.30-19.30
Social: facebook | instagram
Contatti: tel. +39 045 8031928 | mail: sottosopra33@gmail.com