Macro Testaccio, Roma.

D’estate non è facile avere la giusta lucidità per guardarsi bene intorno, a meno che non si sia abbagliati da qualcuno o qualcosa.

La mostra di Snøhetta al Macro Testaccio è uno di questi casi, nella speranza che dalla Norvegia abbiano portato con sè, oltre alla buona architettura, anche un pizzico di foreste, fiordi e aria fresca.

Per chi non li conoscesse, il loro pezzo da novanta, grazie al quale hanno vinto il premio Mies Van der Rohe 2009 è l’Opera House di Oslo, e con tutti i progetti esposti in questa mostra-lampo potrete farvi una mini vacanza: dall’Egitto all’Arabia fino a New York.

L’evento fa parte di una serie di appuntamenti curati e promossi da NOW – Norwegian Way.