Nella vita tipicamente si susseguono diverse fasi: in genere per prima viene quella dello shopping compulsivo nell’ottica dell’accumulo sempre e comunque, a questa seguono sensi di colpa e/o pentimenti vari ed eventuali, la cui logica conseguenza è un periodo di inconsapevole penitenza all’insegna di decluttering e minimalismo.
La filosofia del più è meglio, in questa fase, viene sostituita da una nuova parola d’ordine: ordine, appunto. Che sia cromatico o tematico non importa.
Tutto deve essere in ordine, ai limiti del maniacale.
Ai posteri il compito di scoprirne la logica.
(O di scovare suThings Organized Neatedly, qualcuno che riesca ad essere più maniacale di noi.)

Justin Fantl

Kaufmann-Mercantile


Unknown

Rowan Berry Squares by Richard Shilling

Tiny Shells Collected from Princeville by Matt Naylor

Girlfriend & Boyfriend Packing for October Trip in Europe

Leo Fitzmaurice-Fader

Unknown

Arts and Crafts

Chromatic Dinner

Sakir Gökçebag

Architecture Student Survival Kit

Chandeliercreative-Toasted


SITO BELLO: Things Organized Neatedly, curated by Austin Radcliffe