Persone + cose = storie.

Di come 40 grammi di plastica ci trasportano indietro di anni, ogni volta. O due petali, un po’ di carta, qualche transistor, un mazzo di chiavi. A ciascuno la sua madeleine.

Vi siete mai trovate a dibattere con voi stesse nel momento del repulisti generale di casa, o prima di un trasloco, quando vi siete trovate in mano quella tazza sbeccata/fungo di peluche/braccialetto/passerotto impagliato: “Lo scaglio? Lo tengo?” Il tutto in un turbine di reminescenze e souvenir di vite passate… il risultato è sempre quello, non si butta via mai niente.

Quello che per qualcuno è un oggetto qualunque, una porcheria da gettare, per noi può significare un mondo intero, una vita passata, una treccia di ricordi.

Things&People è un archivio di abbinamenti e memorie: ci mostra il significato nascosto degli oggetti, il loro legame indissolubile con chi li possiede, il potere relativo che hanno su ciascuno di noi.

Semplici accostamenti, storie intime, racconti familiari, aneddoti, tracce di passati più o meno remoti.

Uno spunto per salire in solaio e passare un pomeriggio infilate sino ai gomiti nei cesti e nei cassettoni di millenni fa.